ANCORA UNA SCONFITTA: ISCHIA COSENZA 1-2. I GIALLOBLU CREANO TANTO MA CONCEDONO ANCOR DI PIU’ IN DIFESA.

0
40

Un’Ischia come non l’avevamo mai vista: crea tanto, ma concede ancora di più ed alla fine perde 2-1 contro il Cosenza. Iuliano para un rigore a Raimondi nel primo tempo.

Mister Bitetto è costretto a cambiare la formazione dopo che questa era già stata annunciata. Ma Mancino non ce la fa e viene sostituito da Porcino: il mancino, di piede, (strano gioco di parole) alla fine risulterà tra i migliori. Ma l’Ischia di oggi non è la squadra vista nelle ultime giornate dell’anno 2015. Attacca e lo fa anche bene, e tante volte scaldando in molte occasioni i guanti del portiere Perina che si merita la palma del migliori in campo del Cosenza. Ma così come sono bravi a costruire palle goal i vari Porcino, Calami e sopratutto Kanoutè, in egual modo la linea difensiva concede numerose (anzi troppe) palle goal agli attaccanti del Cosenza, che sbagliano tantissimo e quando non sbagliano trovano sulla loro strada un super Iuliano, capace anche di neutralizzare un calcio di rigore di Raimondi nel primo tempo. Gara molto divertente con grandi praterie e molti cambi di fronte. Ma anche gara con assetti tattici da rivedere da ambedue le parti. Squadre spesso lunghe… e retroguardie in affanno. Alla fine la differenza l’hanno fatta i calciatori di maggiore qualità schierati da Roselli, che per ottenere il massimo ha potuto gettare dalla mischia i panchinari Vutov e Cavallaro. Mister Bitetto ha potuto invece rivolgersi solo a Manna e Meduri, per dare energie nuove alla fase offensiva. Da segnalare ancora una volta l’incapacità dell’Ischia di arginare le palle inattive della squadra avversaria: il primo goal è giunto su di un calcio d’angolo, ed il secondo su un calcio di punizione diretto. Un tormentone che si ripete gara dopo gara dall’inizio della stagione. Questa la cronaca della gara:

PRIMO TEMPO

4′ – Percussione dalla sinistra del senegalese Kanoutè che supera in velocità Blondett e prova il tiro ma il suo diagonale finisce al lato
15′ – Volata di Cancio sulla sinistra, corsa di 50 metri e cross per la testa dell’accorrente Arrighini anticipato da una provvidenziale smanacciata del portiere Iuliano. L’attaccante rossoblu era comunque in fuorigioco
20′ – Cosenza al tiro con Riamondi con prova il destro dai 30 metri: Iuliano è attento e respinge in tuffo il tiro
21′ – Ischia pericolosissima in avanti con Kanoute che servito da Armeno salta Perina in uscita e appoggia per Porcino che tira a botta sicura, in scivolta un grande Corsi salva la porta rossoblu dalla capitolazione
30′ – Folle uscita di Perina, ci prova Armeno con un tiro a giro, Tedeschi e miracoloso sulla linea a respingere di testa
30′ –
Sulla ripartenza Criaco si trova a tu per tu con il portiere ma il centrocampista rossoblu viene fermato in in uscita tempestiva da Iuliano, sulla respinta si avventa Raimondi che viene atterrato atterrato dal numero 1 campano. Il signor Pagliardini non ha dubbi e assegna il tiro dal dischetto per il Cosenza
32′ – Sul dischetto va lo stesso Raimondi: tira forte ma centrale e Iuliano blocca
34′ –
 La partita si infiamma. Calamai verticalizza per Kanoutè che entra in area e tira a botta sicura ma Perina compie un autentico miracolo volando all’incrocio e deviando in angolo.

45′ – GOAL COSENZA. Tedeschi di testa su calcio d’angolo battuto da Arrigoni. Difesa ferma: il difensore salta benelo e incorna il pallone che finisce imparabile alla destra del portiere Iuliano.

SECONDO TEMPO
46′ – 
Riparte il secondo tempo. Nessun cambio nell’intervallo
47′ – 
Cosenza vicinissimo al raddoppio. Statella salta un difensore e poco dentro l’area appoggia per l’accorrente Arrighini che solo a porta vuota manca incredibilmente il tap-in vincente
49′ – Ischia vicinissimo al pareggio con il solito Kanoutè che batte in diagonale Perin,a ma il pallone colpisce in pieno il palo
51′ – Gran destro al volo di Arrighini dai 25 metri, pallone di poco alto sulla traversa
56′ – Grande verticalizzazione del Cosenza che smarca Raimondi solo dentro l’arra ma il suo tiro in diagonale esce di pochissimo

61′ – Incredibile Arrighini solo a porta vuota si divora il raddoppio mandando fuori di testa un pallone a non più di due metri dalla porta
62′ – Cambio di campo e Perina con una mano toglie un pallone dall’angolino dopo un tiro scagliato da Calamai
65′ – Criaco verticalizza per Statella che tira in diagonale chiamando Iuliano alla grande parata

69′ – GOAL ISCHIA.  Calamai ben smarcato solo davanti a Perina lascia partire un violento sinistro, anche molto preciso, che fulmina l’estremo rossoblu e porta la gara in parità
74′ – Errore della difesa dell’Ischia con il pallone che finisce tra i piedi di Arrighini che poco dentro l’area tira al volo ma il pallone finisce altissimo

84′ – GOAL COSENZA con Arrigoni. Punizione pennellata dal centrocampista che con un destro morbidissimo aggira la barriera e batte Iuliano.

86′ –  Meduri appena entrato batte un calcio di punizione laterale trovando la respinta in angolo di Perina.

Ischia Isola Verde (4-4-2): Iuliano, Florio, Bruno, Filosa (59′ Moracci), Patti, Spezzani, Armeno, Izzillo, Kanoute, Porcino (86′ Meduri)  Calamai. Panchina: D’errico, Guarino, Savi, Moracci, Palma, Mancino, Manna, De Clemente, Meduri
Allenatore: Leonardo Bitetto.

Cosenza Calcio (4 4 2): Perina, Ciancio, Blondett, Arrigoni, Tedeschi, Corsi, Criaco, Fiordilino (73′ Cavallaro), Arrighini, Raimondi (64′ Vutov), Statella (86′ Pinna) Panchina: Saracco, Di Somma, Guerriera, Pinna, Cavallaro, Minardi, Vutov
Allenatore:
Giorgio Roselli

Reti: 44′ Tedeschi, 69′ Calamai, 84′ Arrigoni,

Arbitro: Signor Niccolò Pagliardini di Arezzo

Assistenti: Signor Luca Solazzi di Avezzano e signor Aristide Rabotti di Roma 2

Ammoniti: Patti (I), Vutov (C), Iuliano (I), Spezzani(I) Moracci (I)