Teleischia
Attualità Sport

ISCHIA-LECCE 0-3. GIALLOBLU IMPALPABILI E MAI CAPACI DI IMPENSIERIRE GLI AVVERSARI. MOSCARDELLI SEGNA DUE RETI… RINGRAZIANDO PER GLI ERRORI

Un’Ischia impalpabile quella vista oggi in campo al Mazzella, e il Lecce, senza sfoderare una prestazione importante e senza troppo sforzo ha portato a casa un rotondo 3-0 che da ancora maggiore convinzione agli uomini di Braglia nella corsa al primo posto. La sconfitta ma sopratutto la prestazione porta sfiducia nell’ambiente per l’obiettivo salvezza.

(foto di Giorgio Sorice)

L’Ischia invece da parte sua ha offerto una prestazione decisamente insufficiente ed alla fine dei 90′ minuti i fischi del pubblico più che sembrare una pesante contestazione, avevano il sapore più che altro della consapevolezza acquisita di quanto sarà difficile quest’anno raggiungere la salvezza. Non fa male la sconfitta per 3-0, fa male sopratutto l’inconsistenza della prestazione, che conferma quanto di negativo visto a Melfi. Mai oggi l’Ischia ha dato l’impressione di poter impensierire il Lecce, e solo allo scadere sullo 0-3 è riuscita ad affacciarsi nell’area avversaria, senza però impegnare il portiere Bleve. Servirà una inversione ad “U” da parte della squadra, del tecnico, ma anche della società che deve cercare in tutti i modi, sopratutto tornando sul mercato, di rendere più competitivo un organico che appena viene penalizzato da infortunati e squalifiche mostra tutti i suoi, tanti, limiti. Limiti che emergono in “grassetto” alla prima occasione.

Ed oggi è stata una giornata di quelle che vede l’Ischia incapace di affrontare alla pari il suo avversario. Un problema muscolare all’ultimo minuto per capitan Armeno, è andato a peggiorare una situazione già grave: con Spezzani e Filosa, presenti in panchina, ma non utilizzabili ed un Manuele Blasi in panchina, perchè non ancora in condizione atletica adeguata. E proprio a lui, all’ex Juve e Napoli, si è dovuto affidare, mister Di Costanzo dopo ventidue minuti di gioco per sostituire il Filippo Florio, tornato titolare dopo tre gare di panchina. Ed a conferma della condizione non ottimale, Blasi è stato schierato immediatamente da terzino. Eppure ci si attendeva che l’acquisto del centrocampista potesse dare qualità e forza alla mediana, zona del campo dove l’Ischia palesa grossi limiti. Solo nella ripresa Blasi è stato portato nella casella a lui più congeniale. Ma la gara di oggi, è stata per tutti i gialloblu una gara solo di ombre e di poche luci. Anche il calciatore Perreira “Cavani, lanciato nella mischia sul risultato di 0-3 dopo alcuni buoni spunti è riuscito a rovinare la sua prestazione con una gomitata a Cosenza che gli è costata  l’espulsione, e probabilmente alcune giornate di squalifica.

Questa la scarna cronaca, che dimostra come il Lecce sia riuscito a trovare una vittoria senza brillare più di tanto:

La prima vera azione degna di nota è solo al 26′ con uno scambio Lepore-Surraco che si conclude con un destro del leccese respinto in angolo dal portiere di casa. Tre minuti più tardi è ancora il Lecce a rendersi pericoloso con un colpo di testa di Alcibiade bloccato a terra dal Iuliano.

Il giallorossi trovano il gol del vantaggio al 33′ con Moscardelli. La retroguardia isolana perde incredibilmente il pallone in fase di costruzione di gioco con Savi, che liscia clamorosamente il pallone e favorisce l’ex Bologna bravo a battere Iuliano con un sinistro ad incrociare: 1-0.

Nella ripresa Braglia inserisce Doumbia per Sowe. Al 47′ il Lecce raddoppia con un sinistro da fuori area che trafigge Iuliano per il 2-0. Il portiere non è parso impeccabile nel suo tentativo d’intervento.

Braglia sostituisce al 60′ Moscardelli inserendo al suo posto Curiale. Il Lecce  al 68′ trova la rete del 3-0 con un colpo di testa di Papini sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’Ischia effettua due cambi: dentro Guarino e Cavani, fuori Savi e Kanoute. Nel Lecce, invece, dentro Lo Sicco per Papini.

La partita di Cavani dura pochissimo perché all’88’ si fa espellere per una gomitata su Cosenza.  Igiallorossi non si fermano più e festeggiano il primo posto in attesa della gara del Benevento. L’Ischia ottiene la terza sconfitta consecutiva e sembra non essere più capace di fare punti.  L’Ischia di oggi è stata brutta, davvero brutta, che ci si augura che si sia trattato solo di una giornata no… anche se i segnali sono molto più allarmanti. L’obiettivo salvezza, oggi è sembrata allontanarsi, e non di poco.

ISCHIA ISOLAVERDE: Iuliano, Bruno, Porcino, Florio (23’pt Blasi), Moracci, Savi (26’st Guarino), Kanoute (32’st Moreira Barbosa), Acampora, Gomes Aldaje, Di Vicino, Pepe. A disp. Modesti, Guarino, Pistola, De Clemente, Manna,Di Donato. Allenatore: Nello Di Costanzo.

LECCE: Bleve, Alcibiade, Legittimo, Papini (32’st Lo Sicco), Cosenza, Abruzzese, Lepore, Salvi, Moscardelli (15’st Curiale), Surraco, Sowe (1’st Doumbia). A disp. Benassi, Liviero, Camisa, De Feudis, Carrozza, Caturano, Vecsei, Beduschi. All. Piero Braglia.

ARBITRO: Antonio Giua di Pisa (Ass.Marco Pancioni di Arezzo e Federico Granci di Città di Castello)

MARCATORI: 33’pt, 2’st Moscardelli (L), 23’st Papini (L).

NOTE: Spettatori 691 (quota abbonati 196) per un incasso di € 3,563,65. Ammonito: Alcibiade (L), Savi (I), Porcino (I), Di Vicino (I). Espulsi: al 43’st Moreira Barbosa (I) per condotta violenta. Angoli: 7-5 per l’Ischia. Recupero: 2’pt-5’st.

POTREBBE INTERESSARTI

ISCHIA. VICE QUESTORE CIRO RE: “LA POLIZIA È PRESENTE SUL TERRITORIO AL FIANCO DEI CITTADINI” (SPECIALE TV)

Redazione-

“UNA SETTIMANA DA INCUBO” DI SILVIO CARCATERRA PER TELEISCHIA

Redazione-

ISCHIA. CONTROLLI NEL WEEK END: AUTO MULTATE, PATENTI RITIRATE, VEICOLI RIMOSSI

Redazione-

ISCHIA. QUESTA SERA AMPIA INTERVISTA AL VICE QUESTORE CIRO RE SU MOVIDA, CONTROLLI STRADALI E DEL TERRITORIO

Redazione-

FROSINONE. ERGASTOLO PER GLI ASSASSINI DI WILLY. AVVOCATO FERRANDINO: “PENE SEVERE, OTTIMO IL LAVORO DELL’UFFICIO DEL PM”

Redazione-