VILLA STEFANIA, ANCORA UN “NO” ALL’ASL

Array

Ancora un tassello importante sulla vertenza di villa stefania a casamicciola: questa mattina la sesta sezione del consiglio di stato ha respinto l’appello dell’asl napoli 2 nord, ritenendo che non sussistano i presupposti per l’accoglimento dell’istanza cautelare, ribadendo che non si possono superare “le prescrizioni vigenti in materia di regolare presenza sul territorio degli edifici, anche sotto il profilo della destinazione d’uso”.

Oggetto del giudizio del consiglio di stato era l’ ordinanza della Sezione Sesta della Sede di Napoli del T.A.R. Campania dell’11.9.2014 che aveva respinto il ricorso dell’asl per la sospensiva delle ordinanze nn. 12 e 15/2014, con cui il comune di casamicciola ha ordinato “di ripristinare … la destinazione d’uso preesistente all’intervento eseguito senza alcun titolo abilitativo presso la struttura turistico – ricettiva all’insegna Hotel Stefania …” (ord. n. 12/14) e “la cessazione immediata dell’attività” … (ord. n. 15/14) ».

il complesso immobiliare infatti è stato trasformato, in assenza dei prescritti titoli abilitativi, da struttura turistico – ricettiva in “unità operativa complessa di salute mentale”.

“allorquando il mutamento di destinazione d’uso sia accompagnato dalla realizzazione di quelle opere in assenza delle quali l’immobile non può soddisfare quella diversa funzionalità, l’intervento edilizio posto in essere richiede il permesso di costruire”, aveva sostenuto l’avvocato bruno molinaro. “essendo il territorio di Casamicciola Terme assoggettato a vincolo paesaggistico, oltre al permesso di costruire, l’amministrazione ricorrente avrebbe dovuto acquisire anche l’autorizzazione paesaggistica .

il complesso immobiliare in questione è oggetto di domanda di condono edilizio non ancora evasa dal comune di Casamicciola Terme.

l’amministrazione comunale non avrebbe mai potuto assentire il mutamento di destinazione d’uso dell’Hotel Stefania, trasformandolo in struttura sanitaria, senza prima evadere le istanze di condono edilizio tuttora pendenti.

il complesso, sebbene interessato da un intervento di ristrutturazione edilizia in assenza dei prescritti titoli abilitativi, difetta, allo stato, anche della prescritta certificazione di agibilità.

la mancanza del certificato di agibilità, indicando la mancata verifica della sussistenza delle condizioni di sicurezza, d’igiene e di salubrità, non può non riflettere i suoi effetti sull’uso a cui l’edificio è destinato, attese le finalità di sicurezza a cui il rilascio del certificato è preordinato e, quindi, sull’attività umana nel medesimo svolta”.

Ora quindi la palla passa nelle mani del sindaco di casamicciola che dovrà applicare le ordinanze in essere e quindi disporre la chiusura di villa stefania. E sul futuro dei 10 occupanti la struttura, è già partita da tempo la mobilitazione del comitato di cittadini, alla ricerca di una struttura alternativa che scongiuri il trasferimento in terraferma. E proprio in queste ore, sembra si stiano valutando alcune ipotesi di immobili offerti da isolani, dopo aver lanciato l’appello per cercare “una casa per elena”. Resta sempre in piedi la nuova offerta dei proprietari di villa orizzonte di barano.

Intanto, dal punto di vista giudiziario, va aggiunto che, il T.A.R. Campania – Napoli ha già fissato per il giorno 17.12.2014 l’udienza di discussione dei ricorsi.

Le ultime notizie

La Barba al Palo – La condanna di Pogba

ROMA (ITALPRESS) - Per la rubrica "La Barba...

Trend positivo per i brevetti industriali

ROMA (ITALPRESS) - Sono 8.221, in crescita del...

Bonus sociale per le bollette, ecco come funziona

NAPOLI (ITALPRESS) - Un aiuto concreto dal Bonus...

Cresce il fatturato dell’industria

ROMA (ITALPRESS) - A dicembre l'Istat stima che...

Newsletter

Continua a leggere

La Barba al Palo – La condanna di Pogba

ROMA (ITALPRESS) - Per la rubrica "La Barba...

Trend positivo per i brevetti industriali

ROMA (ITALPRESS) - Sono 8.221, in crescita del...

Bonus sociale per le bollette, ecco come funziona

NAPOLI (ITALPRESS) - Un aiuto concreto dal Bonus...

Cresce il fatturato dell’industria

ROMA (ITALPRESS) - A dicembre l'Istat stima che...

Fondazione Cariplo lancia nuovi bandi per la cultura

MILANO (ITALPRESS) - Sul fronte del sostegno alla...

La Barba al Palo – La condanna di Pogba

ROMA (ITALPRESS) - Per la rubrica "La Barba al Palo", il direttore editoriale di Italpress, Italo Cucci, commenta la squalifica di 4 anni...

Trend positivo per i brevetti industriali

ROMA (ITALPRESS) - Sono 8.221, in crescita del 12,2% su base annua, i brevetti nazionali concessi per invenzione industriale dall'Ufficio Italiano Brevetti e...

Bonus sociale per le bollette, ecco come funziona

NAPOLI (ITALPRESS) - Un aiuto concreto dal Bonus bollette luce, acqua e gas. Il punto dell’economista Gianni Lepre. fsc/gtr

86 COMMENTS