SANITA’ IN CAMPANIA: ESAURITO IL BUDGET, STOP ALLE PRESTAZIONI CONVENZIONATE

“Quattro anni fa mi è stata diagnosticata una patologa tumorale, ora sto bene, ma devo sottopormi a controlli periodici. Ho l’esenzione totale, ma oggi non vale più nulla. La regione Campania ha esaurito il budget e io mi trovo a dover pagare tutti quei controlli necessari per monitorare la mia situazione, a volte anche molto costosi. E’ una vergogna, se fossi residente in un’altra regione il mio diritto alla salute sarebbe tutelato, in Campania no”. E’ questa una delle tante proteste che ci è giunta in redazione: i budget regionali per i centri convenzionati sono esauriti e da settembre, fino alla fine dell’anno, le prestazioni nei centri che operano in convenzione non sono più sostenute dalla Regione Campania, i cittadini, quindi, dovranno pagare interamente la prestazione richiesta. Unica alternativa gli ospedali e le Asl. Ma se da una parte i centri convenzionati privati bloccano le prestazioni, dall’altra il sistema pubblico non è in grado di reggere un tale incremento della domanda dopo che negli anni parte delle attività sono state dismesse a causa dei tagli ai fondi e del blocco del turn-over. Fino a fine anno, quindi, chi ha necessità di prestazioni sanitarie si troverà dinanzi a due scelte o sostenere a proprie spese gli esami diagnostici o attendere tempi biblici di prenotazione presso le Asl, ingolfate dal gran numero di richieste. E purtroppo il tempo è un lusso che troppo spesso i malati non possono permettersi. Ed allora a farne le spese sono soprattutto gli anziani, i pazienti oncologici, gli ammalati cronici, i disoccupati e i più poveri. Quelli cioè, esenti dal ticket, ma alla fine un po’ tutti i cittadini bisognosi di cure. Per il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “negare assistenza ai cittadini campani per tre o quattro mesi è una vergogna”, che “bisogna cancellare al più presto”. Ma intanto, in attesa che la politica riesca a risolvere la questione, non incoraggiano le notizie che provengono da Roma: nell’ultima finanziaria, infatti, si parla di un ulteriore, l’ennesimo, taglio alla spesa sanitaria. Intento del Governo è quello di tagliare gli sprechi, innegabili nel settore, ma purtroppo fino ad ora quando si è tagliato nella sanità, gli sprechi sono rimasti immutati, mentre l’assistenza sanitaria pubblica è stata pesantemente indebolita. La gestione degli ultimi anni dell’Asl Napoli 2 Nord docet…

Le ultime notizie

Europee, Ilaria Salis sarà candidata con Alleanza Verdi Sinistra

ROMA (ITALPRESS) – “Alleanza Verdi e Sinistra in accordo...

Fiorentina-Plzen 2-0, viola in semifinale di Conference

FIRENZE (ITALPRESS) – La Fiorentina accede alle semifinali di...

Newsletter

Continua a leggere

Europee, Ilaria Salis sarà candidata con Alleanza Verdi Sinistra

ROMA (ITALPRESS) – “Alleanza Verdi e Sinistra in accordo...

Fiorentina-Plzen 2-0, viola in semifinale di Conference

FIRENZE (ITALPRESS) – La Fiorentina accede alle semifinali di...

Atalanta sconfitta 1-0 dal Liverpool ma è in semifinale

BERGAMO (ITALPRESS) – Una sconfitta che vale oro. L’Atalanta...

L’ISOLA CHE NON C’E’. ISCHIA: VIABILITA’ E SICUREZZA STRADALE, STASERA ALLE 21.10

Questa sera appuntamento in diretta con inizio alle ore 21.10 con “L’isola che non c’è”, trasmissione di approfondimento di cronaca, attualità e politica di...

VINCENZO SCHIAVO: “IL MERCATO DEL FALSO SOTTRAE 200 MILIONI DI FATTURATO ALL’ANNO ALLE ATTIVITA’ IN REGOLA”

Confesercenti Campania alza la voce contro la contraffazione diffusa nel commercio, un fenomeno che provoca ingenti danni alle attività commerciali che pagano le tasse, rispettano...

MIMMO LOFFREDO: PERCHE’ IL CONCERTO DI GIGI D’ALESSIO NON SI FARA’ A FORIO?

Il consigliere comunale di minoranza al comune di Forio Mimmo Loffredo si chiede con enorme sorpresa perchè il concerto di Gigi D’Alessio non si...

7842 COMMENTS