NAUFRAGIO A SAN PACRAZIO. AFFONDA UNO YACHT DI 15 METRI. INTERVIENE LA GUARDIA COSTIERA.

Intervento di soccorso da parte della Motovedetta SAR della Guardia Costiera di Ischia. A seguito di specifica richiesta pervenuta presso la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia, una famiglia di quattro persone originaria di Napoli (genitori, un bambino di 4 anni ed una ragazza di 13) a bordo di una imbarcazione di 15 metri circa, nel tratto di mare antistante la parete rocciosa di Punta San Pancrazio, ha richiesto soccorso immediato alla Guardia Costiera intorno alle 21 di sera.

L’imbarcazione partita da Napoli e diretta ad Ischia per cause in corso di accertamento si è schiantata sugli scogli. Si è dunque attivata la macchina dei soccorsi, coordinata dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia. Immediatamente sul luogo delle operazioni è stata inviata la motovedetta  CP 807 di Ischia che ha provveduto a trarre in salvo il conduttore dell’unità. I rimanenti membri della famiglia sono stati salvati da una imbarcazione a vela ormeggiata presso il Porto di Sant’Angelo, la prima ad intervenire sul luogo dell’incidente. L’equipaggio della motovedetta SAR, intervenuta sul posto, ha provato a mettere in sicurezza l’imbarcazione incidentata che a causa dei danni riportati ha cominciato ad imbarcare acqua per poi affondare a poche centinaia di metri dalla costa. I naufraghi sono stati immediatamente condotti in porto ad Ischia dove ad attenderli vi era il personale medico del 118. Visitati dal personale medico tutti i membri della famiglia, visibilmente provati e scossi per il grave incidente avvenuto, sono in buone condizioni di salute. Per tre di loro sono stati comunque ritenuti necessari accertamenti precauzionali presso l’Ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Sull’accaduto e sulla dinamica del sinistro marittimo, che poteva avere sicuramente conseguenze più gravi per le sorti dei diportisti, sono in corso delle indagini da parte della Guardia Costiera. Saranno poi avviate anche le procedure per il recupero dell’imbarcazione al fine di scongiurare qualsivoglia pericolo per l’ambiente marino e costiero.

In relazione all’incidente, si consiglia a tutti i diportisti prima di intraprendere la navigazione, di pianificare dettagliatamente la rotta per il porto di destinazione adottando le necessarie cautele e la massima prudenza avendo cura di acquisire preliminarmente le informazioni relative alle condizioni meteo presenti in zona lungo tutto il viaggio di trasferimento e alle peculiarità della costa e del tratto di mare che si intende raggiungere.

Si ricorda altresì il Numero Blu per le emergenze in mare 1530, gratuito e disponibile h24. 

 

Le ultime notizie

Pizza No War, Pecoraro Scanio a Bari con Decaro per sostenere Leccese

BARI (ITALPRESS) - Alfonso Pecoraro Scanio, promotore del...

Carceri, Greco (Cnf) “Ampliare le misure alternative”

ROMA (ITALPRESS) - "I luoghi di detenzione non...

La Barba al Palo – Spalletti non promette ma garantisce impegno

PALERMO (ITALPRESS) - Il direttore editoriale di Italpress,...

USA 24 – Verso le presidenziali negli Stati Uniti – Episodio 21

MILANO (ITALPRESS) - Nel ventunesimo episodio del format...

Newsletter

Continua a leggere

Pizza No War, Pecoraro Scanio a Bari con Decaro per sostenere Leccese

BARI (ITALPRESS) - Alfonso Pecoraro Scanio, promotore del...

Carceri, Greco (Cnf) “Ampliare le misure alternative”

ROMA (ITALPRESS) - "I luoghi di detenzione non...

La Barba al Palo – Spalletti non promette ma garantisce impegno

PALERMO (ITALPRESS) - Il direttore editoriale di Italpress,...

USA 24 – Verso le presidenziali negli Stati Uniti – Episodio 21

MILANO (ITALPRESS) - Nel ventunesimo episodio del format...

Disabili, Locatelli all’Onu “C’è molta attenzione per modello Italia”

NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) - Il ministro...