MARIANNA LAMONICA “NON FACCIO PARTE DEL CDA DEL REGNO DI NETTUNO”

Array

“Non faccio parte del Cda del Regno di Nettuno”. E’ la precisazione di Marianna Lamonica, “nominata” a margine di un convegno, cui non ha potuto partecipare, sull’Area Marina Protetta delle Cinque Terre. “E’ doverosa una premessa – si legge in un comunicato stampa – ed una precisazione. Ho sempre ritenuto e ritengo la difesa del territorio, mare e terra che sia, un presupposto fondamentale per la crescita e lo sviluppo della nostra terra, ma in maniera più ampia ritengo che la nostra vita come esseri umani sia imprescindibile da uno sviluppo sostenibile della Terra e oltre essa. La mia vita è sempre stata improntata alla difesa del territorio che mi circonda, di quello più ampio che è il mondo e nella ricerca di una equità che è presupposto per vivere tutti e in armonia. Non rimango indifferente agli scempi del territorio, del mare, dell’aria… e l’umanità che mi contraddistingue richiede ogni giorno attenzione all’altro e mi impegna nella ricerca costante dell’eguaglianza sociale e di opportunità. Nella misura in cui riesco e con le difficoltà che tutti credo affrontiamo in questo periodo, cerco di essere partecipe e di dare il mio contributo che ritengo essenziale per la qualità di cittadino”. “Premetto ancora – prosegue il comunicato – che non ho mai perorato una “causa” per me stessa, cosa che non sempre mi rende merito o forse mai, ma è ciò che mi è stato trasmesso e sono. Veniamo al dunque. Ho fatto parte da sempre di quel gruppo di persone che ha immaginato ad Ischia l’Area Marina Protetta e l’ha veicolata. Sono da sempre impegnata con la Legambiente, forse ancor prima che ne avessi consapevolezza. Sono stata indicata da un gruppo di associazioni come proposta di nominativo da inserire nel Cda del Regno di Nettuno, quale rappresentante delle associazioni ambientaliste , così come da statuto. Non mi è mai arrivata nessuna nomina, ad oggi non faccio parte del Consiglio di Amministrazione dell’Area Marina. Una sola volta sono stata chiamata ad assistere ad una riunione del Cda, su invito della dott.ssa Donatella Migliaccio, cui ho partecipato. Le associazioni restano ancora in attesa di una loro rappresentanza”. “Non ritengo giusto – conclude nella sua nota Marianna Lamonica –  continuare con chiamate personali al di fuori di una nomina di legittimazione, prevista dallo Statuto del Consorzio di gestione dell’ Area marina Protetta e, quindi, dovuta dall’Assemblea, che darebbe rappresentanza non alla mia persona o alla mia Legambiente, ma all’insieme delle associazioni che con grande impegno e determinazione ed entusiasmo hanno, anni fa, creato le migliori condizioni perchè il mare delle isole conservasse la sua biodiversità che è ricchezza per tutti, dall’economia alla cultura scientifica”.

Le ultime notizie

Newsletter

Continua a leggere

MUSICA. GIARDINI LA MORTELLA, 25-26 MAGGIO ALLE 17.00 I CONCERTI DEL DUO RODIN (VIOLINO E PIANOFORTE)

Il prossimo weekend 25-26 maggio vedrà ai Giardini La Mortella il ritorno del duo Rodin, formato dalla violinista Sofia Manvati e dal pianista Giorgio...

PROCIDA. PULIZIA COMUNALE ALLE SPIAGGE DI POZZOVECCHIO E SILURENZA

Questa mattina è stata effettuata una pulizia della spiaggia del Pozzovecchio e della Silurenza a Procida. La ditta incaricata dal Comune ha rimosso tantissimi...

ISCHIA. OSTACOLA UN POSTO DI CONTROLLO E AGGREDISCE GLI AGENTI. LA POLIZIA DI STATO TRAE IN ARRESTO UN 42ENNE.

Nella scorsa serata, gli agenti del Commissariato di Ischia, durante il servizio di controllo del territorio e, nello specifico, durante un posto di controllo...