MANN: QUANDO CAPRI ERA LA TERRA DEI RINOCERONTI

Un viaggio nella notte dei tempi, in cui i millenni appaiono piccoli come le tessere di un mosaico: è la sezione di Preistoria e Protostoria del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, riaperta dopo 20 anni con un nuovo allestimento. Quando l’isola di Capri era tutt’uno con la terra ed era abitata da ippopotami e rinoceronti.

Tre livelli, 3000 reperti, 450 mila anni sono i numeri di una collezione storica, intimamente legata all’identità del MANN, oggi in veste contemporanea tra storie e suggestioni che stuzzicano la fantasia. Utensili, armi, oggetti domestici e decorativi ci guidano dal Paleolitico all’Età del Ferro, evidenziando in focus tematici l’evoluzione della vita e delle abilità dei nostri antenati. Anche a livello locale, per esempio immaginando i tempi in cui “l’isola di Capri era tutt’uno con la terra ed era abitata da ippopotami e rinoceronti”, spiega il direttore del MANN Paolo Giulierini.

Se i bambini sono spesso affascinati dall’infanzia dell’uomo, non sempre i visitatori adulti sono entusiasti della preistoria nei musei: difficile orientarsi nei suoi tempi dilatati, mentre punte di lancia e vasi d’argilla possono dar vita a un panorama non proprio movimentato. Non così al MANN. “Vogliamo che quella della Preistoria sia una sezione viva”, dice Giulierini, “perché così come nell’arte c’è tanta preistoria (pensiamo a Cézanne, a Picasso o a Paul Klee, a Mirò o a Keith Haring), ne troviamo in abbondanza anche nella cultura contemporanea e nel nostro immaginario pop. Basti pensare alla scena iniziale di 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrik, all’osso scagliato dall’ominide sulle note di Also Sprach Zarathustra; all’uomo del futuro di Breadbury che, escursionista nella preistoria, provoca l’effetto farfalla; ai Flinstones, all’Era Glaciale o ai Croods, ma anche a tanto cinema, da Nel mondo perduto a Jurassik Park. A ognuno quindi le sue suggestioni, con l’invito per il pubblico di ogni età a ritrovarle e a riflettere sulle origini dell’uomo in un percorso scientifico chiaro e coinvolgente”.

Curato dai funzionari archeologici del MANN Floriana Miele, Giovanni Vastano ed Emanuela Santaniello, il percorso si spinge dai seminterrati del museo fino a ridosso del Salone della Meridiana, affacciandosi sulla Collezione Magna Grecia, anch’essa restituita alla fruizione dopo 20 anni di chiusura. Ma il cerchio non si chiude ancora: nel 2020 e 2021 inaugureranno altre due tappe del racconto museale, dedicate rispettivamente a Cuma e Neapolis.
Restando alla preistoria, al MANN è ancora in corso fino al 31 maggio la mostra in esclusiva italiana Lascaux 3.0, mentre proprio nella sezione appena inaugurata dal 30 aprile andrà il scena Moebius – Alla ricerca del tempo, la più grande mostra mai dedicata in Italia al grande illustratore e fumettista francese. Per “cavalcare pterodattili in scenari fantastici o muoversi all’interno di enormi carcasse di dinosauri” nelle tavole di un autore appassionato di archeologia e innamorato del territorio partenopeo.

DI FRANCESCA GREGO ( DA ARTE.IT)

Le ultime notizie

TIGI 60SEC ORE13 DEL 14 06 2024

https://youtu.be/YwrWIZ9xdJY

TIGI PRIMA EDIZIONE DEL 14 06 2024

https://youtu.be/6T2bQgK3rW4

LINEA DI CONFINE. ALLE 19.00 LA STORIA DI KATIA MASSARO, UNA VITA DEDICATA AI DEBOLI E AL MARE

È Katia Massaro la protagonista della nuova puntata di...

Newsletter

Continua a leggere

TIGI 60SEC ORE13 DEL 14 06 2024

https://youtu.be/YwrWIZ9xdJY

TIGI PRIMA EDIZIONE DEL 14 06 2024

https://youtu.be/6T2bQgK3rW4

LINEA DI CONFINE. ALLE 19.00 LA STORIA DI KATIA MASSARO, UNA VITA DEDICATA AI DEBOLI E AL MARE

È Katia Massaro la protagonista della nuova puntata di...

ISCHIA. PATTINAGGIO, IL 15 e 16 GIUGNO, IL TROFEO “PRIMI PASSI E GIOVANI PROMESSE”

Il Palazzetto dello Sport Federica Taglialatela di Ischia è...

NAPOLI. DANNO ERARIALE IN REGIONE, 17 INDAGATI

Un danno erariale da quasi 3,7 milioni di euro viene contestato dalla Procura Regionale per la Campania della Corte dei conti (sostituti procuratori generali...

NAPOLI. ANTON DOHRN, 15ESIMA EDIZIONE DEL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLE PIANTE MARINE

Ai nastri di partenza la 15esima edizione del congresso internazionale sulle piante marine, organizzato dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn che si svolgerà a Napoli tra il complesso monumentale...

ISCHIA. GIARDINI LA MORTELLA FESTIVAL DELLE ORCHESTRE GIOVANILI 2024

Al via da giovedi 20 giugno la stagione 2024 del Festival delle Orchestre Giovanili ai Giardini La Mortella di Forio d'Ischia. La manifestazione musicale estiva, giunta alla 17esima...