LA STORIA DELLA TRUFFA DELLE CASE FANTASMA: TUTTI I PARTICOLARI

Una vera e propria centrale per l’affitto di case “fantasma”, operativa sull’intero territorio nazionale, quella scoperta dai Carabinieri di Ischia e che ha portato in carcere il 38enne Paolo Allotti di Giugliano in Campania e alla notifica di altri sette avvisi di garanzia per altrettanti soggetti indagati per il reato di truffa aggravata. Alle prime luci del giorno perquisizioni dei carabinieri sono scattate a Giugliano, Qualiano, Calvizzano e Napoli, dove vivono i soggetti indagati. Ben 30 i casi di truffa accertati – e contestati agli 8 indagati, dall’ordinanza del Gip. Le indagini dei militari sono partite lo scorso agosto a Ischia, in seguito alla denuncia di una signora che dopo aver individuato sul noto sito internet “Subito.it” una casa in fitto sull’isola per tre settimane ad agosto, aveva contattato uno degli indagati e successivamente provveduto al versamento dell’intera somma del fitto, senza però più ricevere né il contratto di fitto né altre notizie dell’uomo che, successivamente, diveniva irraggiungibile sull’utenza telefonica utilizzata. Partite le indagini, i carabinieri scoprivano che il bonifico era stato effettuato su una carta postepay utilizzata in quei giorni in alcune attività commerciali di Ischia Porto. Dalle testimonianze dei commercianti, e dall’analisi della zona dove venivano effettuati i pagamenti, i militari verificavano che il titolare della carta alloggiava in una struttura residenziale in via San Alessandro, a Ischia. Qui rinvenivano la presenza di Allotti in vacanza con la famiglia. Dal sequestro del computer (e di numerose carte postepay) e dall’analisi dei file contenuti all’interno si è riusciti a risalire a tutti i componenti della truffa che pubblicavano su siti dedicati annunci di case in affitto nelle varie località italiane, e i dati all’interno del pc in possesso all’Allotti sono stati comparati con le varie denunce presentate nei commissariati e caserme dei carabinieri di Riccione, Milano, Alpignano, Brescello, Leno, Lusciano e Ancona, trovando una corrispondenza tra i soggetti truffati e le case “fantasma” oggetto delle false locazioni. Il Gip ha accolto la sola richiesta del pm per la custodia in carcere di Allotti, rigettandola per gli altri sette indagati, disponendo per il pm ulteriori indagini per i reati di: riciclaggio; sostituzione di persona; indebito utilizzo delle carte di pagamento e acquisizione di carte di provenienza illecita.(ANStruffa-CASA

Le ultime notizie

Botte per debiti di droga, 11 misure cautelari

ROMA (ITALPRESS) – Nelle province di Roma, Viterbo e...

Italia-Cina, riparte da Milano la crescita dell’interscambio

MILANO (ITALPRESS) – Le ragioni dell’amicizia e dell’interscambio commerciale...

Ismett, 3 parti in meno di 3 settimane con la circolazione extracorporea

PALERMO (ITALPRESS) – Si chiamano Ariel, Giuseppe e Giorgia...

Piano Neve 2023/24 dell’Anas, oltre 12.000 interventi in tutta Italia

ROMA (ITALPRESS) – Si è concluso oggi il piano...

Newsletter

Continua a leggere

Botte per debiti di droga, 11 misure cautelari

ROMA (ITALPRESS) – Nelle province di Roma, Viterbo e...

Italia-Cina, riparte da Milano la crescita dell’interscambio

MILANO (ITALPRESS) – Le ragioni dell’amicizia e dell’interscambio commerciale...

Ismett, 3 parti in meno di 3 settimane con la circolazione extracorporea

PALERMO (ITALPRESS) – Si chiamano Ariel, Giuseppe e Giorgia...

Piano Neve 2023/24 dell’Anas, oltre 12.000 interventi in tutta Italia

ROMA (ITALPRESS) – Si è concluso oggi il piano...

Iran, Raisi minaccia una risposta ampia e dolorosa a qualsiasi attacco

ROMA (ITALPRESS) – Il presidente iraniano Ebrahim Raisi minaccia...

NAPOLI. ALLA MOSTRA D’OLTREMARE LA PRIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL BUSINESS

Tutto pronto per la prima edizione del Festival del Business, che avrà luogo alla Mostra d’Oltremare di Napoli il prossimo 22 marzo 2024 dalle...