FORIO: LA GUARDIA COSTIERA SEQUESTRA TRE PISCINE DI UN ALBERGO PER SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI SENZA AUTORIZZAZIONE

sequestro piscinasequestro piscina2Oggi gli ufficiali della Guardia costiera di Ischia, eseguendo un decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP del Tribunale di Napoli, hanno sequestrato tre piscine di una struttura alberghiera in via Castellaccio a Forio.
Il reato è quello di scarico di acque reflue industriali in fognatura in assenza della prevista autorizzazione. Le indagini, a cura della Guardia Costiera e coordinate dalla V Sezione reati ambientali della Procura della Repubblica, hanno tratto origine dallo sversamento di liquami provenienti dalla rete fognaria all’interno del Porto di Forio; lo sversamento è avvenuto in diversi occasioni nella primavera/estate del 2013.
I liquami erano prodotti dalla immissione di acqua termale ad alta temperatura nella rete fognaria da parte di alcune strutture alberghiere, alcune delle quali sono già state sequestrate. Le indagini hanno appurato che gli scarichi provenienti dal controlavaggio dei filtri della piscina non subivano idoneo preventivo trattamento prima dell’immissione in fognatura. Tali reflui se non preventivamente trattati, sono assimilati a reflui industriali e quindi assoggettati alla relativa disciplina.
Il sequestro preventivo si è reso necessario per evitare il protrarsi dell’inquinamento ambientale marino.

Le ultime notizie

Newsletter

Continua a leggere