BILANCIO REGIONE CAMPANIA: DISEGNO DI LEGGE “OMNIBUS”, DALL’ACQUA ALL’EDILIZIA

Array

Il riordino del sistema idrico regionale, norme sull’edilizia, il piano paesaggistico: sono alcune delle materie regolate dagli articoli delle disposizioni ”urgenti” in materia finanziaria della Campania contenute nel disegno di legge discusso oggi dal Consiglio regionale. Il testo, definito ”omnibus e fuori tempo massimo” dal Pd, assorbe molti disegni di legge che, seppure arrivati in aula, non sono mai stati approvati dal Consiglio. Tra questi la legge sulle mutilazioni genetiche femminili, l’esenzione del bollo auto per le auto d’epoca e da collezione, così come la proposta di legge sulle politiche giovanili. Soprattutto nel testo è stata inserita la proposta di legge sul riordino della rete idrica in Campania che, a detta dell’opposizione e dei comitati per l’acqua pubblica, ”è una mancanza di rispetto della volontà referendaria del giugno 2011”. ”Non è chiara”, a loro avviso, la questione relativa alle tariffe e, con la costituzione degli Eato, che vanno a sostituire gli Ato, vengono tenuti fuori gli enti locali. Il testo recepisce anche gli articoli del Piano paesaggistico che non sono mai stati approvati (dall’articolo 8 al 15 – recepito, però, quest’ultimo anche nella manovra di assestamento di bilancio della scorsa estate). E in aula, negli spazi riservati al pubblico, è stato presente il padre comboniano Alex Zanotelli, mentre all’esterno una rappresentanza dei comitati per l’acqua pubblica ha affisso striscioni. Viene inserito il limite d’età per i direttori generali delle strutture sanitarie che al momento della nomina non devono aver superato i 60 anni d’età. Sul fronte dell’edilizia, viene prevista una deroga per le zone territoriali classificate come ‘aree agricole’ dell’area Sorrentino-Amalfitana. Per l’edilizia privata, relativamente al piano casa, viene prevista la possibilità con la legislazione regionale, di forme di incentivazione volumetrica per gli edifici esistenti e per interventi di demolizione e ricostruzione. La norma proposta intende consentire l’applicazione del Piano Casa anche a quegli edifici che sebbene ricadenti nella aree di tutela del territorio comunale siano stati ristrutturati negli ultimi settanta anni e non siano sottoposti a vincoli di di natura storica culturale architettonica o non siano collocati in zone di inedificabilità assoluta. Per gli Iacp, in attesa che la riforma sia completata, viene prorogata la nomina dei commissari. Per i Consorzi in scadenza entro il 2014 è prorogata fino alla data di entrata in vigore della nuova legge e comunque non oltre il 31 dicembre 2015. Il testo inoltre prevede tra le altre cose lo stanziamento di 200mila euro per 50 progetti nazionali e internazionali legati al Giubileo straordinario; 30mila euro per la promozione del consumo di prodotti Igp, Stg e Dop, nelle scuole primarie e secondarie; 200 mila euro alla Fondazione Villaggio dei ragazzi – don Salvatore D’Angelo di Maddaloni, nel Casertano. Mentre il centro di ricerche Ceinge sarà trasformato in Fondazione senza scopo di lucro. La legge prevede inoltre che la Regione Campania adotti la denominazione di ‘albero monumentale’ e una modifica alla norma che disciplina la caccia in Campania

Le ultime notizie

Newsletter

Continua a leggere

ISCHIA. LA GIOVANISSIMA CANTANTE MARTA VIOLA E’ L’OSPITE MUSICALE DELLA FESTA DI S.ANNA 2024

Sarà Marta Viola l’ospite musicale della festa di S.Anna 2024. Marta Viola 15enne giovanissima cantante di Chieri in provincia di Torino, è la vincitrice della prima...