Teleischia
Senza categoria

ASSENTE INGIUSTIFICATO PASSA ALL’AZIONE

Assente Ingiustificato passa all’azione

Assente ingiustificato è la campagna avviata la scorsa primavera in occasione della IX Giornata Nazionale UILDM e promossa, su scala nazionale, da quest’ultima in stretta collaborazione con Cittadinanzattiva.

Chi è l’Assente Ingiustificato?

Assente ingiustificato è non solo lo studente che non può entrare a scuola a causa delle barriere, ma anche il contesto-scuola che non partecipa come dovrebbe alla realizzazione di quei percorsi di autonomia personale, affettiva e cognitiva che “aprono” ad ogni individuo la possibilità di vedersi protagonista delle proprie scelte in una prospettiva di futuro e che hanno proprio nella scuola un fondamentale punto di partenza.

Obiettivi concreti di questa campagna, dunque, sono l’abbattimento degli ostacoli e delle barriere che impediscono una regolare frequenza scolastica, attraverso il finanziamento di interventi e modifiche strutturali agli edifici e l’acquisto di sussidi didattici, e una diffusa sensibilizzazione sul tema. «Con questa iniziativa – ha dichiarato nei mesi scorsi Luigi Querini, presidente nazionale UILDM – la nostra Associazione non ha inteso e non intende sostituirsi allo Stato. Al contrario, ci sta consentendo di mettere in pratica l’articolo 118 della Costituzione e di favorire azioni concrete di sussidiarietà, stanziando i fondi raccolti in attività condivise con le istituzioni preposte e fornendo a queste ultime esempi di buone pratiche».

Dopo una prima fase dedicata alla raccolta fondi, Assente Ingiustificato ha previsto il monitoraggio civico della situazione dell’accessibilità in circa 160 istituti italiani. Ora, con grande soddisfazione, ci stiamo avvicinando alla fase finale di questa impegnativa campagna che si concluderà con alcuni interventi di abbattimento delle barriere e a favore di un miglioramento della qualità della vita degli studenti con disabilità.

Proprio nell’ambito di questi interventi si inserisce l’avvio dell’attività che quanto prima porterà all’installazione di un montascale presso il plesso Giovanni Paolo II (Fondo Bosso) dell’ I.C.D. di Ischia e che consentirà anche agli alunni in carrozzina di accedere alla palestra. Qui, oggi, il Direttore Operativo UILDM Cira Solimene e il Referente su Ischia della Sezione di Napoli, Raffaele Brischetto, per conto dell’Associazione hanno incontrato la Dirigente Scolastica, Lidia Gentile, e il delegato allo Sport del Comune, Ottorino Mattera, con i quali, in presenza del rappresentante della ditta che effettuerà i lavori, è stato possibile definire alcuni importanti aspetti pratici e organizzativi che nelle prossime settimane avranno il proprio coronamento nell’evento di inaugurazione dell’ausilio.

«La collaborazione con questo Istituto – ha dichiarato il Direttore UILDM lasciando l’Isola – assume per noi un valore ancora superiore poiché ci consente di porre l’attenzione su più diritti fondamentali degli studenti e di tutte le persone con disabilità: il diritto generale alla mobilità e quindi all’accessibilità, il diritto allo studio e il diritto allo sport che, sebbene possa sembrare in contraddizione con la disabilità motoria in realtà, se rispettato con le opportune strategie di accomodamento, diventa un importante strumento nel processo di inclusione scolastica. Tra l’altro, ho appreso proprio oggi che la palestra della scuola non solo rimane aperta per 12 ore al giorno, proponendosi, nelle ore pomeridiane, come vero punto di riferimento per lo svolgimento dell’attività sportiva di tanti giovani, ma è anche luogo sicuro e accogliente dove promuovere momenti di socializzazione, realizzare eventi e quant’altro. Poter contribuire a renderla accessibile e universalmente fruibile per noi è la risposta più concreta e il risultato più efficace che potessimo ottenere, perché le barriere a scuola non hanno giustificazione e come diceva Victor Hugo, “Chi apre la porta di una scuola, chiude una prigione”.