Teleischia
Attualità

PROCIDA. MENICO SCALA: ” DA VOLONTARI A TUTTI STIPENDIATI, COME TI CONCRETIZZO LA PROCIDA CHE VORREI”

IL consigliere comunale di opposizione e commissario di Forza Italia a Procida,MENICO SCALA Menico Scala scrive: “Da buon sammaritani a super manager il percorso deve essere, visto gli ultimi sviluppi, molto breve. Non è trascorso tanto tempo, infatti, da quando si sentiva dire dagli attuali amministratori che bisognava ridurre i costi della politica, degli amministratori, degli incarichi, degli stipendi, chiudere municipalizzate e partecipate, delle fotocopie centralizzate dell’Ente comunale (dando uno sguardo alle spese per toner, computer e via dicendo, nonostante gli impiegati in questi anni si siano ridotti più della metà, è difficile riscontrarli), per il tanto osannato bene comune. Da questo punto di vista, leggendo i sottoscrittori del programma de “La Procida che Vorrei”, si può dire che tutti, o quasi, hanno usufruito delle “volgari” prebende del sottobosco, alcuni in continuità con “quelli di prima”. E potremmo stare per diverso tempo a elencarne, per comprovarne quanto è stato fatto.

Sull’aumento dello stipendio di circa l’80% del presidente del Marina di Procida, poi, che fa seguito ad una riduzione farsa durata meno di un anno, finalmente si è materializzato il consigliere “delle tasse” per il quale chi opera (bene) non lo fa per il bene comune, bensì, deve essere pagato (bene).

L’idea si sta facendo largo tra molti e, probabilmente, lo stesso Villani deve ritenere di lavorare talmente (bene) e di essere pagato (niente) che, nel mentre da più parti manifesta come la sua funzione politica si concluderà con questo mandato, è da mesi che, sta facendo pressing sul sindaco per essere nominato alla guida della società SAP dove potrà, legittimamente, essere ben retribuito per i suoi servigi. Ritornando all’aspetto tecnico, non dobbiamo dimenticare che l’attuale amministrazione non ha rispettato gli accordi espressi in un verbale societario, nel quale si prorogava la fattibilità di copertura finanziaria per la ricapitalizzazione della Società: altro che quelli di prima che hanno perso il 49%delle quote! Sono gli attuali amministratori a non riuscire a mantenere gli impegni presi, e oggi avremmo potuto ricevere quote ben più elevate per la distribuzione degli utili. A questo punto se bisogna complimentarsi con qualcuno bisogna farlo nei confronti dell’Ing. Marconi, che in qualità di Amministratore Delegato della società, da anni ha portato avanti il progetto Procida, nonostante che ci sono state delle fasi, così dette di Start up iniziale, per consentire gli investimenti e garantire la fase di partenza e di sviluppo della gestione portuale, affrontando anche il problema di mancati investimenti dovuti a progetti pubblici non andati in porto in quanto revocati dalla giunta Bassolino. Non dimentichiamoci che oggi, leggendo qualche rivista specializzata si può attentamente verificare dai parei dei massimi esperti del settore nautico che il 2017 è stato battezzato come «l’anno della svolta anche per la nostra nautica», sottolineando come «alla forza ormai consolidata delle nostre imprese sui mercati internazionali si è finalmente affiancato un mercato interno in netta ripresa». Ci fermiamo qui.. il prossimo capitolo sarà dedicato al progetto migranti ed ai reali beneficiari!!!!!  Sia ben chiaro con il massimo rispetto dei geni locali!”

POTREBBE INTERESSARTI

GUARDA IN TV. ISCHIA INTERNATIONAL SCHOOL FESTIVAL ALLE 21.05 IL FESTIVAL DELLA CANZONE MARINARA

Redazione-

LINEA DI CONFINE. LA STORIA DEL PROGETTO SPORTABILITÀ

Redazione-

ISCHIA. “SOTTO ATTACCO”, IL LICEO STATALE “G. BUCHNER” RICORDA GIANCARLO SIANI (SERVIZIO TV)

Redazione-

BARANO. DISCARICA TERONE: “NOI RESIDENTI COSTRETTI DIVENTARE VIGILANTES ANTI- DEGRADO”

Redazione-

CORONAVIRUS. DATI NAZIONALI 23 MAGGIO, NUOVI CONTAGI 9.820 E 291 LE TERAPIE INTENSIVE

Redazione-