RIPARTE IL SERVIZIO NAVETTA NEL PORTO DI NAPOLI

Una soluzione definitiva, e gratuita, per gli spostamenti tra gli scali di Beverello e Porta di Massa, a Napoli, con il ripristino del servizio shuttle sostituito, dallo scorso 9 gennaio, dall’Alibus, a pagamento: arrivano notizie confortanti da Napoli, dove oggi pomeriggio si è tenuta l’audizione della III e IV Commissione Permanente convocata, su precisa istanza dei sindaci delle isole di Ischia, Capri e Napoli.
All’incontro erano presenti Luca Cascone, presidente della IV Commissione, che si occupa di Trasporti, Nicola Marrazzo, presidente della III Commissione (Attività produttive, Programmazione, Industria, Commercio, Turismo, Lavoro e altri settori produttivi) e Pietro Spirito, presidente dell’Autorità portuale del Tirreno.
“Non sono mancati momenti di tensione – sottolinea il sindaco di Ischia, Giosi Ferrandino, presente all’incontro con i rappresentanti degli altri otto comuni delle isole – e abbiamo rimarcato con forza il diritto inalienabile alla mobilità, in sicurezza, nel porto di Napoli per turisti, pendolari e residenti. Abbiamo altresì sottolineato che la soluzione individuata dall’Autorità portuale, con la sostituzione della navetta con l’Alibus, peraltro a pagamento, è inaccettabile”.
I rappresentanti delle amministrazioni comunali delle isole e il consigliere regionale Maria Grazia Di Scala, segretario della III Commissione, hanno così ricevuto ampie garanzie per la soluzione della problematica: la Regione, coprendo il 50% del costo annuo (circa 88 mila euro), e l’Autorità portuale per l’altro 50% provvederanno ad affidare il servizio shuttle a una delle quattro compagnie di trasporto locali che già operano a Napoli e che lo effettueranno collegando a ciclo continuo, con partenze ogni 15 minuti, i due scali, a costo zero per l’utenza.
“Nelle more dell’affidamento del servizio, abbiamo comunque chiesto che sia l’Eav a effettuare ad horas il collegamento. Siamo soddisfatti per l’esito dell’audizione – chiosa Ferrandino – ma ci auguriamo al tempo stesso che il presidente dell’Autorità portuale mostri una sempre maggiore sensibilità nei confronti delle molteplici problematiche con cui quotidianamente si scontrano pendolari e turisti diretti alle isole. In particolare – denuncia – vanno evidenziate le condizioni dell’area di Calata di Massa, priva di percorsi pedonali in sicurezza, buia e pericolosa nelle ore serali”.
Sin dalle ore immediatamente successive all’annuncio di Spirito, il Comune di Ischia aveva espresso la piena contrarietà alla soppressione del servizio gratuito, manifestando poi le sue perplessità sulla soluzione individuata, veicolate attraverso una nota congiunta inviata, con le altre cinque amministrazioni isolane, alla Regione Campania.

Le ultime notizie

Newsletter

Continua a leggere