FORIO, DURISSISMI SCONTRI IN CONSIGLIO TRA DOMENICO SAVIO ED IL PRESIDENTE REGINE

A Forio anche nell’ultima seduta del Consiglio comunale, l’Amministrazione guidata dal sindaco Francesco Del Deo, così come fa puntualmente da circa quattro anni a questa parte, non ha voluto discutere degli innumerevoli problemi che attanagliano il paese a causa del malgoverno imperante nel comune all’ombra del Torrione. Ad un certo punto il Presidente del Consiglio, l’Avvocato Michele Regine, pur di mettere a tacere il Consigliere del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista Domenico Savio che bene farà il popolo ad eleggere sindaco alle prossime elezioni se si vuole evitare la definitiva morte sociale di Forio, ha persino sospeso la seduta del Civico consesso, seduta ripresa poi dopo qualche minuto: assurdo! L’intollerabile e incivile mancanza  di loculi presso il Cimitero che tormenta e mortifica tantissimi foriani e i soldi sperperati dall’Amministrazione per partecipare alla fiera turistica in Germania mentre c’è l’impellente necessità di eseguire interventi presso gli istituti scolastici comunali fatiscenti come la scuola media di Panza e di mettere in sicurezza strade sempre più pericolosamente dissestate, sono state le durissime accuse che Domenico Savio ha rivolto ai Consiglieri di maggioranza e che hanno indotto Regine a sospendere la seduta pur di togliere la parola all’agguerrito Consigliere di opposizione e togliere dall’imbarazzo i componenti della maggioranza: da non credere! Persino quando il Consiglio comunale è ripreso, si voleva ancora una volta  tentare di non far parlare Domenico Savio la cui unica “colpa”, è quella di voler far discutere nel civico consesso dei problemi del paese: assurdo! “Io sto parlando”, dice ad un certo punto Savio a cui ribatte Regine: “Lei non deve parlare, lei deve fare silenzio”. Si è trattato di un botta e risposta che è andato avanti per alcuni minuti e alla fine a spuntarla è stato Domenico Savio a cui è stato dato la possibilità di riprendere l’intervento dopo che è stata data la parola al Consigliere Vito Iacono. All’inizio di seduta, e visto che si è spesso verificato che i consiglieri di maggioranza lascino l’aula al termine della trattazione degli argomenti riguardanti i debiti fuori bilancio e altri punti di minore importanza evitando, così, di discutere delle problematiche che attanagliano Forio, Domenico Savio ha chiesto l’inversione dell’ordine del giorno affinché finalmente si discutesse della preoccupante fatiscenza strutturale in cui versano le palazzine di proprietà dell’IACP presenti a Monterone nel Rione Umberto I e di cui lo stesso Savio ne chiede da tempo la messa in sicurezza. Niente da fare. La proposta è stata bocciata con la conseguente impossibilità di  parlare di un argomento che attiene alla sicurezza di tante famiglie che vivono in palazzine fatiscenti dove già si sono verificati pericolosi crolli di intonaci. Fatiscenza e pericoli testimoniati dalle immagini che con la nostra telecamera abbiamo realizzato all’esterno e all’interno delle palazzine IACP. Un ultimo appunto. Dopo il nostro servizio giornalistico in cui nei giorni scorsi denunciavamo i pericoli presenti in via Borbonica nel tratto di competenza della Città Metropolitana, il consigliere di maggioranza Migliaccio ha detto che quella strada andrebbe chiusa visto la situazione di pericolo venutasi a creare. A questa punto immediata è stata la risposta di Domenico Savio il quale ha affermato con forza che quella strada va immediatamente messa in sicurezza. Cosa aggiungere. Il Consigliere comunale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista è l’unico che da quattro anni a questa parte ha presentato decine e decine di proposte a difesa degli interessi collettivi mai prese in considerazione da Del Deo e amici ed è l’unico che si batte con forza nelle piazze e nel Civico consesso affinché si affrontino e risolvano  le problematiche che attanagliano il paese. E se si vorrà evitare la definitiva morte sociale di Forio, alle prossime elezioni bene farà il popolo ad eleggere Domenico Savio sindaco e a non sostenere ancora Del Deo o altre liste dalla stessa cultura politica dell’attuale amministrazione comunale.A Forio anche nell’ultima seduta del Consiglio comunale, l’Amministrazione guidata dal sindaco Francesco Del Deo, così come fa puntualmente da circa quattro anni a questa parte, non ha voluto discutere degli innumerevoli problemi che attanagliano il paese a causa del malgoverno imperante nel comune all’ombra del Torrione. Ad un certo punto il Presidente del Consiglio, l’Avvocato Michele Regine, pur di mettere a tacere il Consigliere del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista Domenico Savio che bene farà il popolo ad eleggere sindaco alle prossime elezioni se si vuole evitare la definitiva morte sociale di Forio, ha persino sospeso la seduta del Civico consesso, seduta ripresa poi dopo qualche minuto: assurdo! L’intollerabile e incivile mancanza  di loculi presso il Cimitero che tormenta e mortifica tantissimi foriani e i soldi sperperati dall’Amministrazione per partecipare alla fiera turistica in Germania mentre c’è l’impellente necessità di eseguire interventi presso gli istituti scolastici comunali fatiscenti come la scuola media di Panza e di mettere in sicurezza strade sempre più pericolosamente dissestate, sono state le durissime accuse che Domenico Savio ha rivolto ai Consiglieri di maggioranza e che hanno indotto Regine a sospendere la seduta pur di togliere la parola all’agguerrito Consigliere di opposizione e togliere dall’imbarazzo i componenti della maggioranza: da non credere! Persino quando il Consiglio comunale è ripreso, si voleva ancora una volta  tentare di non far parlare Domenico Savio la cui unica “colpa”, è quella di voler far discutere nel civico consesso dei problemi del paese: assurdo! “Io sto parlando”, dice ad un certo punto Savio a cui ribatte Regine: “Lei non deve parlare, lei deve fare silenzio”. Si è trattato di un botta e risposta che è andato avanti per alcuni minuti e alla fine a spuntarla è stato Domenico Savio a cui è stato dato la possibilità di riprendere l’intervento dopo che è stata data la parola al Consigliere Vito Iacono. All’inizio di seduta, e visto che si è spesso verificato che i consiglieri di maggioranza lascino l’aula al termine della trattazione degli argomenti riguardanti i debiti fuori bilancio e altri punti di minore importanza evitando, così, di discutere delle problematiche che attanagliano Forio, Domenico Savio ha chiesto l’inversione dell’ordine del giorno affinché finalmente si discutesse della preoccupante fatiscenza strutturale in cui versano le palazzine di proprietà dell’IACP presenti a Monterone nel Rione Umberto I e di cui lo stesso Savio ne chiede da tempo la messa in sicurezza. Niente da fare. La proposta è stata bocciata con la conseguente impossibilità di  parlare di un argomento che attiene alla sicurezza di tante famiglie che vivono in palazzine fatiscenti dove già si sono verificati pericolosi crolli di intonaci. Fatiscenza e pericoli testimoniati dalle immagini che con la nostra telecamera abbiamo realizzato all’esterno e all’interno delle palazzine IACP. Un ultimo appunto. Dopo il nostro servizio giornalistico in cui nei giorni scorsi denunciavamo i pericoli presenti in via Borbonica nel tratto di competenza della Città Metropolitana, il consigliere di maggioranza Migliaccio ha detto che quella strada andrebbe chiusa visto la situazione di pericolo venutasi a creare. A questa punto immediata è stata la risposta di Domenico Savio il quale ha affermato con forza che quella strada va immediatamente messa in sicurezza. Cosa aggiungere. Il Consigliere comunale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista è l’unico che da quattro anni a questa parte ha presentato decine e decine di proposte a difesa degli interessi collettivi mai prese in considerazione da Del Deo e amici ed è l’unico che si batte con forza nelle piazze e nel Civico consesso affinché si affrontino e risolvano  le problematiche che attanagliano il paese. E se si vorrà evitare la definitiva morte sociale di Forio, alle prossime elezioni bene farà il popolo ad eleggere Domenico Savio sindaco e a non sostenere ancora Del Deo o altre liste dalla stessa cultura politica dell’attuale amministrazione comunale.A Forio anche nell’ultima seduta del Consiglio comunale, l’Amministrazione guidata dal sindaco Francesco Del Deo, così come fa puntualmente da circa quattro anni a questa parte, non ha voluto discutere degli innumerevoli problemi che attanagliano il paese a causa del malgoverno imperante nel comune all’ombra del Torrione. Ad un certo punto il Presidente del Consiglio, l’Avvocato Michele Regine, pur di mettere a tacere il Consigliere del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista Domenico Savio che bene farà il popolo ad eleggere sindaco alle prossime elezioni se si vuole evitare la definitiva morte sociale di Forio, ha persino sospeso la seduta del Civico consesso, seduta ripresa poi dopo qualche minuto: assurdo! L’intollerabile e incivile mancanza  di loculi presso il Cimitero che tormenta e mortifica tantissimi foriani e i soldi sperperati dall’Amministrazione per partecipare alla fiera turistica in Germania mentre c’è l’impellente necessità di eseguire interventi presso gli istituti scolastici comunali fatiscenti come la scuola media di Panza e di mettere in sicurezza strade sempre più pericolosamente dissestate, sono state le durissime accuse che Domenico Savio ha rivolto ai Consiglieri di maggioranza e che hanno indotto Regine a sospendere la seduta pur di togliere la parola all’agguerrito Consigliere di opposizione e togliere dall’imbarazzo i componenti della maggioranza: da non credere! Persino quando il Consiglio comunale è ripreso, si voleva ancora una volta  tentare di non far parlare Domenico Savio la cui unica “colpa”, è quella di voler far discutere nel civico consesso dei problemi del paese: assurdo! “Io sto parlando”, dice ad un certo punto Savio a cui ribatte Regine: “Lei non deve parlare, lei deve fare silenzio”. Si è trattato di un botta e risposta che è andato avanti per alcuni minuti e alla fine a spuntarla è stato Domenico Savio a cui è stato dato la possibilità di riprendere l’intervento dopo che è stata data la parola al Consigliere Vito Iacono. All’inizio di seduta, e visto che si è spesso verificato che i consiglieri di maggioranza lascino l’aula al termine della trattazione degli argomenti riguardanti i debiti fuori bilancio e altri punti di minore importanza evitando, così, di discutere delle problematiche che attanagliano Forio, Domenico Savio ha chiesto l’inversione dell’ordine del giorno affinché finalmente si discutesse della preoccupante fatiscenza strutturale in cui versano le palazzine di proprietà dell’IACP presenti a Monterone nel Rione Umberto I e di cui lo stesso Savio ne chiede da tempo la messa in sicurezza. Niente da fare. La proposta è stata bocciata con la conseguente impossibilità di  parlare di un argomento che attiene alla sicurezza di tante famiglie che vivono in palazzine fatiscenti dove già si sono verificati pericolosi crolli di intonaci. Fatiscenza e pericoli testimoniati dalle immagini che con la nostra telecamera abbiamo realizzato all’esterno e all’interno delle palazzine IACP. Un ultimo appunto. Dopo il nostro servizio giornalistico in cui nei giorni scorsi denunciavamo i pericoli presenti in via Borbonica nel tratto di competenza della Città Metropolitana, il consigliere di maggioranza Migliaccio ha detto che quella strada andrebbe chiusa visto la situazione di pericolo venutasi a creare. A questa punto immediata è stata la risposta di Domenico Savio il quale ha affermato con forza che quella strada va immediatamente messa in sicurezza. Cosa aggiungere. Il Consigliere comunale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista è l’unico che da quattro anni a questa parte ha presentato decine e decine di proposte a difesa degli interessi collettivi mai prese in considerazione da Del Deo e amici ed è l’unico che si batte con forza nelle piazze e nel Civico consesso affinché si affrontino e risolvano  le problematiche che attanagliano il paese. E se si vorrà evitare la definitiva morte sociale di Forio, alle prossime elezioni bene farà il popolo ad eleggere Domenico Savio sindaco e a non sostenere ancora Del Deo o altre liste dalla stessa cultura politica dell’attuale amministrazione comunale.

di Gennaro Savio

Le ultime notizie

Pecoraro Scanio “Zero tasse per i mercati dei piccoli agricoltori”

NAPOLI (ITALPRESS) - Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della...

Imprese, a luglio previste 507 mila nuove assunzioni

ROMA (ITALPRESS) - Sono 507mila i contratti di...

Confindustria, crescita lenta e manifatturiero ancora debole

ROMA (ITALPRESS) - Il Pil italiano cresce, ma...

Ue, Procaccini “Un errore la missione di Orban in Russia e Cina”

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) - "Rispetto le buone intenzioni...

Newsletter

Continua a leggere

Pecoraro Scanio “Zero tasse per i mercati dei piccoli agricoltori”

NAPOLI (ITALPRESS) - Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della...

Imprese, a luglio previste 507 mila nuove assunzioni

ROMA (ITALPRESS) - Sono 507mila i contratti di...

Confindustria, crescita lenta e manifatturiero ancora debole

ROMA (ITALPRESS) - Il Pil italiano cresce, ma...

Ue, Procaccini “Un errore la missione di Orban in Russia e Cina”

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) - "Rispetto le buone intenzioni...

Zoppas “Dal 2012 export cresciuto del 60%”

ROMA (ITALPRESS) - “Guardando agli ultimi due anni...

ISCHIA. AL MUNICIPIO, TROPPE “MORTI SOSPETTE” TRA I DIPENDENTI: L’ACCUSA DI LUCA SPIGNESE

“Dal 2011 al 2024, per malattie o eventi sia oncologici che cardiovascolari, sono morti ben dodici dipendenti del Comune di Ischia, molti dei quali...

ISCHIA. VIA NUOVA DEI CONTI IN STATO DI ABBANDONO, LA DENUNCIA DI UN TELESPETTATORE

Via Nuova dei Conti in stato di abbondono. È ciò che ci comunica un nostro telespettatore sottolineando le condizioni della strada situata tra il...

NAPOLI, PREFETTURA. DIRAMATA CIRCOLARE PER L’OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE IDRICHE

Il Prefetto di Napoli, Michele di Bari, ha diramato oggi una circolare volta a sensibilizzare tutti i Sindaci dell'area metropolitana di Napoli e le...