Teleischia
Senza categoria

VILLA STEFANIA: LA SODDISFAZIONE DEL COMITATO DI CITTADINANZA ATTIVA DELL’ISOLA D’ISCHIA

Il Comitato di cittadinanza attiva dell’isola d’Ischia accoglie con favore la decisione del TAR di rigettare la richiesta di sospensiva avanzata dall’Asl rispetto ai provvedimenti di chiusura e ripristino dei luoghi nei confronti dell’ex hotel Stefania. L’inadeguatezza della struttura, la sua mancata corrispondenza a requisiti di decoro e sicurezza necessari ad accogliere in maniera dignitosa la delicata utenza dei servizi di Salute Mentale, le pesanti ripercussioni del trasferimento in particolare sui pazienti della Sir di Villa Orizzonte, sono state le motivazioni che hanno portato alla costituzione del presente Comitato agli inizi del mese di luglio. Forze sociali, politiche e religiose di diversa estrazione hanno ritenuto opportuno ed urgente unirsi per manifestare a più livelli: esprimere dissenso nei confronti di scelte istituzionali regionali poco accorte, testimoniare solidarietà nei confronti degli utenti che si sono trovati in maniera brusca a modificare i propri equilibri quotidiani, sollecitare le istituzioni locali ad assumere un ruolo di maggiore responsabilità verso iniziative dal rilevante impatto per la collettività, soprattutto nelle sue fasce più bisognose di riguardo. Il Comitato è, dunque, pronto a proseguire con fiducia e determinazione il percorso legale appena iniziato, con la consapevolezza che, molto probabilmente, senza la funzione di sprone sull’opinione pubblica e sui mezzi di comunicazione che ha cercato di svolgere, le istituzioni comunali si sarebbero sentite poco motivate ad attivarsi.La strada giudiziaria pare essere ancora lunga e non ce lo nascondiamo; del resto, non si sono presentate alternative, considerata la mancata tempestività dell’azione politica nei tempi utili ad evitare il tracollo. Quindi, a ciascuno il proprio compito e le proprie responsabilità, senza lasciarsi andare a facili entusiasmi: considerati i nodi ancora da sciogliere per una concreta risoluzione della vicenda, invitiamo tutte e sei le amministrazioni comunali ad attivarsi in tempi brevissimi, a partire dal Comune di Casamicciola, dal quale ci aspettiamo, a questo punto, una rapida attuazione dei provvedimenti esaminati dal Tar.