Teleischia
Senza categoria

Trasporto merci per Ischia e Procida. Imposti gli obblighi di servizio pubblico alla Medmar. Prevista una “compensazione degli utili”

Alcuni giorni fa, presso l’ufficio dell’assessore regionale ai trasporti, si è tenuto un incontro per affrontare e risolvere il problema del trasporto merci, in orario notturno, verso le isole di Ischia e Procida, dopo che la Medmar aveva paventato l’ipotesi di sospendere le corse notturne.

“Anche sulla base dei suggerimenti dei presenti, alla presenza dei tecnici della Direzione Mobilità, abbiamo approfondito la questione ed acquisito gli elementi per una valutazione finale della problematica”, ha precisato l’assessore regionale ai trasporti, sergio vetrella.

La Direzione Generale Mobilità, con decreto n. 8 del 15 novembre, nell’applicare la normativa europea dettata dal Regolamento CE 1370/07, ha imposto alla società Medmar, che già eserciva il servizio in questione, gli obblighi di servizio pubblico per quanto riguarda il collegamento Ischia-Procida-Pozzuoli e Pozzuoli-Procida-Ischia, negli orari notturni in discussione.

“Il Regolamento comunitario sancisce – continua Vetrella – che l’ente pubblico, nell’imporre un obbligo di servizio ad una società privata, non può impattare negativamente sul risultato economico della stessa, e dunque prevede che in questi casi vangano riconosciute, dall’Ente interessato, le dovute compensazioni tali da garantire la copertura dei costi nonchè il diritto della società al ragionevole utile. Il regolamento, nel prevedere tali compensazioni, stabilisce in modo molto preciso quelli che sono i criteri per la determinazione del ragionevole utile”.

La società dunque si assume l’onere di adottare una contabilità analitica separata, nel rispetto dei principi contabili nazionali e comunitari, e di produrre apposita rendicontazione agli uffici della Direzione Generale Mobilità per la determinazione delle compensazioni.

“In tal modo – commenta l’assessore – viene scongiurato il pericolo di interruzione di alcune corse nei collegamenti con le due Isole e al contempo si ribadisce quanto già affermato in precedenti atti della Regione, ossia il valore di servizio pubblico minimo dei collegamenti notturni in esame”.

Naturalmente questa soluzione viene adottata in via temporanea, in vista della prossima assegnazione dei servizi di collegamento marittimo attraverso le procedure di gara.