Teleischia
Senza categoria

Caremar e privatizzazione

La flotta della Caremar è costituita da nove unità di navigazione di cui quattro motonavi-traghetti, 2 motonavi veloci, un catamarano veloce e altre due unità smart di ultima generazione. Sono invece 198 le unità di personale marittimo ai quali vanno aggiunti 15 amministrativi. Sette le unità impegnate in ufficio cedute a Laziomar. Caremar ha fatturato 56 milioni di euro nel 2010 di ricavi registrando costi per 59 milioni.
Il bando per la privatizzazione ha previsto due fasi: prima la manifestazione di interesse e poi l’offerta vera e propria, selezionata al ribasso su una base d’asta parametrata al prezzo di mercato della compagna di navigazione.
Il 17 maggio, l’Area Trasporti ha dato avvio alla successiva fase della procedura di privatizzazione. A seguito della fase di prequalifica sono stati ammessi nove candidati.
La commissione, che si è riunita il 18 luglio per sciogliere le riserve in merito alle garanzie fidejussorie presentate dai partecipanti alla gara, ha provveduto a stilare la graduatoria provvisoria in cui risulta come miglior offerta quella dell’RTI Snav-Rifim.