Teleischia
Senza categoria

GIOSUE’ MAZZELLA “RENDERE IL PAESE PIU’ VIVIBILE”

Oggi è il 15 luglio. Nelle slide presentate dal sindaco le prime scadenze erano quelle relative alla polizia municipale. Come procede il lavoro?

«Stiamo rispettando le indicazioni fornite dal sindaco e le scadenze fissate. In questi giorni ho incontrato il comandante Pugliese ed il corpo di Polizia Municipale, ai quali ho chiesto la massima disponibilità e attenzione per il servizio, estremamente delicato, che il corpo compie. E’ stato recepito il messaggio ed è stata condivisa la necessità di un cambio di passo forte e deciso, per raggiungere i risultati che tutti ci attendiamo».

Ecco, gli obiettivi. Parliamone, magari iniziando dalla lotta all’ambulantato. La situazione era diventata insostenibile. Quali rimedi avete proposto?

«E’ stato deciso di organizzare delle squadre di cinque unità, con a capo un responsabile, il cui obiettivo è quello di sorvegliare in maniera costante gli arenili. Tutte quelle che sono le attività di ambulantato selvaggio che, nostro malgrado, siamo costretti a sopportare, devono essere estirpate. Abbiamo già conseguito risultati significativi: sequestri di merci contraffatte, contrasto ai questuanti, lotta agli ambulanti senza licenza. Ma non possiamo essere solo noi a reagire. Senza una azione coordinata di tutte le amministrazioni dell’isola, rischiamo di non arginare in maniera definitiva questi fenomeni».

Altra nota dolente è stata quella relativa al traffico. Avete individuato delle soluzioni?

«Uno dei nostri obiettivi è quello di rendere il paese più vivibile. In materia di traffico abbiamo deciso di confermare e implementare, ove possibile, le ZTL. A partire dall’11 luglio, in tutte le ZTL è entrato in vigore lo stop motori, dalle 21:00 alle 1:00. Inoltre, si è deciso che a partire dal 1 agosto la zona di via Porto vedrà il pilomat in funzione tutta la giornata, con uniche deroghe temporali per residenti, fornitori ed operatori».

Quali risultati sperate che producano?

«Le zone ad alta affluenza turistica devono essere libere da auto e pericoli. Serve ai turisti, serve al commercio. Ma c’è anche una questione educativa: imparare a camminare a piedi è fondamentale, dobbiamo dare un segnale. Quanto è bello, ad esempio, poter camminare ad Ischia Ponte senza auto. Occorre un cambio di mentalità da parte di tutti. C’è poi un fenomeno al quale voglio dedicare una finestra…».

Prego..

«L’utilizzo del monopattino elettrico è diventata una pratica sempre più diffusa, e in tal senso abbiamo deciso di adottare tutte le iniziative che vadano nella direzione di controllare ed eventualmente sopprimere sul nascere questo fenomeno. Ben venga l’utilizzo di mezzi alternativi all’auto, ma nel rispetto delle regole e, aspetto più importante, senza mettere a repentaglio l’incolumità propria ed altrui. Effettueremo dei controlli attraverso il fermo amministrativo cautelativo ai fini della verifica delle caratteristiche tecniche del monopattino. Se le caratteristiche non sono conformi alle normative vigenti, vi sarà il sequestro del veicolo ».

Apriamo una parentesi sui rifiuti: serve una svolta, non trova?

«Abbiamo idee precise, siamo già operativi. Squadre di vigili controlleranno il territorio per cogliere sul fatto i contravventori. Saremo inflessibili, è una questione di civiltà. Stiamo anche studiando l’eventualità di avvalerci della collaborazione di volontari per un controllo ancora più efficace del territorio».

La aspettiamo, allora, per un resoconto dei risultati. A quando ci diamo appuntamento?

«Diventerà consuetudine una relazione sulle attività svolte e i risultati conseguiti. Ogni 15 giorni daremo conto di quanto abbiamo fatto. E’ opportuno che la tensione su questi argomenti sia massima e occorre che ognuno dia il proprio contributo per rendere il nostro comune più ospitale, vivibile e bello di quanto già non sia».

 

Comunicato Stampa