Teleischia
Senza categoria

PREMIO ISCHIA DI GIONALISMO AD ANTONIO MANZO DEL MATTINO

Ci ha lasciati troppo presto, Salvo Sapio: avesse avuto più tempo, il Premio Ischia di giornalismo lo avrebbe sicuramente visto tra i protagonisti, considerando le sue grandi qualità di cronista attento e scrupoloso. Il Mattino quel premio lo ha ottenuto ieri con Antonio Manzo che, durante la cerimonia, non ha avuto dubbi a chi dedicarlo: «A Salvo, straordinario collega della nostra squadra, che ha interrotto prima il campionato mentre stava facendo un tempo di una grande partita umana e professionale». Un premio storico – ieri sera attribuito, tra gli altri, al direttore del Tg1 Mario Orfeo, alla giornalista del Corriere della Sera Fiorenza Sarzanini e alla blogger tunisina Lina Ben Mehnni – che viene assegnato anche alla carriera. Così è stato per Sergio Lepri, 94 anni, già direttore dell’Ansa: «Parlo da cittadino, non da giornalista, metto nel cassetto i miei 70 anni di esperienza. Ricordatevi che la vostra responsabilità non è persuaderci ma informarci». In un mondo segnato da internet e da una ”valanga” di informazioni, Lepri ha voluto soprattutto mettere in guardia chi lavora nei media al fine di aumentare ancora di più la propria responsabilità per garantire una informazione seria e corretta. Un altro riconoscimento della Fondazione Valentino è stato attribuito al direttore de L’Ora della Calabria, Luciano Regolo. Un premio che Regolo ha dedicato ai colleghi della sua redazione, «i veri eroi», con un augurio: «Che presto torneremo in edicola con un nome leggermente diverso ma con la stessa grinta, come un sasso che smuove il fango. La logica della acquiescenza determina la vittoria dei cinghiali, ma noi continueremo a cacciarli i cinghiali».

DA IL MATTINO.IT