Video

MARTINA FRANCA 1 – ISCHIA 1 LA CRONACA

MARTINA FRANCA: Modesti, De Vita, Nonni, Gai, Zammuto, Nucera (Aperi dal 41′ p.t.), Sallustri, Bilello (Provenzano dall’8′ s.t.), Belleri, Ilari, Bozzi. A disp. Laghezza, Camassa, Belli, Casciani, Pinto. All. Cimino.

ISCHIA: Pane, Finizio, Mora (dal 18′ s.t. Tito), Alfano, Mattera, Cascone, Schetter (Di Nardo dal 30′ s.t.), Catinali, Austoni, Armeno (Pedrelli dal 13′ s.t.), Masini. A disp. Mennella, Rainone, De Francesco, Longo. All. Campilongo.

ARBITRO: Ranaldi.

RETI: Mora (I) all’1′ p.t., Gai al 22′ s.t.

NOTE: espulso Austoni (I) al 37′ p.t.; ammoniti Alfano, Cascone, Mora, Pane e Schetter (I).

MARTINA FRANCA – L’Ischia torna dalla trasferta pugliese con il sesto risultato utile consecutivo al termine di una gara dai due volti. Primo tempo dominato dai gialloblu di Campilongo, ripresa tutta dei padroni di casa che approfittano della superiorità numerica (espulsione discutibile di Austoni) per raggiungere il pari e sfiorare ripetutamente il raddoppio. Pareggio sostanzialmente giusto.

Cronaca. Le lancette dell’orologio fanno mezzo giro e l’Ischia è già in vantaggio. C’è un fallo su Austoni fuori area, Mora s’incarica di battere la punizione ed il suo sinistro – complice la deviazione di un difensore pugliese – finisce alle spalle di Modesti. E’ il gol più veloce in assoluto dall’inizio del campionato, ancor più rapido di quello che la squadra di Campilongo subì a Chieti nella terza giornata.

L’Ischia insiste e sfiora il raddoppio. E’ davvero miracoloso l’intervento di Zammuto che toglie il pallone dalla testa di Cascone mentre il difensore gialloblu sta per scagliarlo in rete da non più di due metri. Il Martina Franca risponde con Bozzi, che dalla destra lascia partire un diagonale: palla sul fondo. Ben più serio è il pericolo che sull’altro fronte corre Modesti: incursione di Schetter e intervento del portiere pugliese che devia con la mano la conclusione ravvicinata dell’attaccante ischitano. E non è finita qui: ancora Schetter si fa largo sulla sinistra, cross e deviazione da pochi passi di Austoni che non centra il bersaglio.

Ischia padrona del campo, meriterebbe il raddoppio per il gioco mostrato e le occasioni create, ma ecco che la gara cambia completamente volto per un episodio che vede protagonista Austoni. L’attaccante, che stava giocando una buona gara, viene espulso per un fallo di reazione ai danni di Sallustri. A provocare l’intervento dell’arbitro è il guardialinee, che richiama l’attenzione di Ranaldi. Il rosso lascia di stucco i giocatori gialloblu e le perplessità di Mattera e compagni sembrano essere avvalorate dal filmato della gara: si vede Sallustri che cintura Austoni sulla linea di porta e l’attaccante che muove il braccio destro, ma del colpo non pare esserci traccia. Lo stesso Sallustri, del resto, aveva ripreso a giocare senza accusare alcunchè. Inutili le proteste di Austoni, che raggiunge il guardalinee per chiedere spiegazioni.

Con l’uomo in meno, addio supremazia gialloblu. Il Martina Franca inserisce subito un altro attaccante (Aperi) e nella ripresa comincia il suo forcing nel tentativo di pervenire al pareggio. La squadra pugliese ci riesce al 22′ con Gai, che lascia partire da fuori area un gran tiro che s’infila nell’angolino basso alla destra di Pane. Sulla scia dell’entusiasmo i padroni di casa insistono e l’Ischia se la vede davvero brutta nel finale. Il Martina Franca sfiora ripetutamente il vantaggio con Pozzi e Ilari nella stessa azione (paratissima di Pane e poi conclusione fuori a porta vuota), con un colpo di testa di Provenzano che colpisce il palo e infine con una deviazione al volo di Belleri che esce di un soffio a portiere battuto. Occasionissime che rendono sicuramente più accettabile il pareggio gialloblu: poteva andare peggio.

Have your say