Teleischia
Senza categoria

VERDI: FILE AGLI IMBARCHI PER ISCHIA E LE ISOLE

 Anche oggi vergognose file e resse agli imbarchi del Molo Beverello. Troppe poche corse per troppi turisti in coda anche sulle strisce pedonali. Nonostante ciò Vetrella ha bocciato la richiesta di assegnazione di linee per Ischia e Forio alla società Ischia Lines dell’armatore Vittorio Morace. Verdi e Simioli: ” ci sono poche corse per le isole eppure si impedisce l’arrivo di concorrenti che avrebbero abbassato il costo dei biglietti e migliorato la qualità del servizio”. ( foto ) —

“Anche oggi – denunciano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza -abbiamo assistito a incredibili file e resse alle biglietterie del Molo Beverello per imbarcarsi sui pochi aliscafi diretti alle isole del golfo. Addirittura i turisti dovevano aspettare il proprio turno in coda sulle strisce pedonali del porto creando anche dei disagi alla mobilità. Eppure nonostante sia palese questa problematica gli uffici dell’assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella hanno bocciato la richiesta di assegnazione delle linee marittime Ischia e Forio fatta dalla società Ischia Lines da parte dell’armatore Vittorio Morace e dell’ingegner Ruggero Vitobello. Appare surreale che a fronte di un servizio attualmente scarso anche a causa del fallimento della Caremar e con sempre meno corse effettuato da e per le isole sia stato impedito a un nuovo soggetto di operare nel Golfo di Napoli aumentando le linee ed i servizi per l’utenza.

La verità secondo noi è che questa compagnia aveva annunciato mezzi moderni e prezzi dei biglietti più bassi rispetto a quelli attuali e quindi avrebbe distrutto il cartello dei soliti noti che si dividono le corse da tanto tempo con mezzi spesso vecchi e malfunzionanti anche privi di aria condizionata e qualche volta anche lerci. Corse che non soddisfano le esigenze del mercato, dei turisti e dei residenti ma che hanno generato una sorta di “cartello” che è difficile scalfire.
Vetrella si è assunto una grande responsabilità non permettendo l’arrivo di questo nuovo imprenditore”.
Morace ha accusato sul quotidiano il Golfo l’armatore Salvatore Lauro di aver mosso pedine importanti per bloccare il suo ingresso nel mercato ischitano.