Teleischia
Senza categoria

CAREMAR, LA RISCOSSA DELLE ISOLE PARTE DA CASAMICCIOLA

si è svolta stamani nei locali del capriccio di casamicciola la prevista
assemblea sui trasporti marittimi, con vocata dall’autmare. Presente
l’amministrazione locale, con il sindaco castagna ed i consiglieri d’ambrosio e
piro; assenti le altre amministrazioni dell’isola. Oltre ai rappresentanti
dell’Autmare, Lamonica e Maltese, hanno preso la parola: Giovanni Lombardi
dell’atec, l’albergatore franco di costanzo, luciano venia, antonello iacono
dei 5 stelle. Le tematiche sul tappeto ruotano tutte attorno alla
privatizzazione della Caremar: dall”incontro è emersa la volontà di chiamare
attorno ad un tavolo tutti i 9 sindaci delle tre isole del golfo di napoli, al
fine di vagliare le possibilità di “invertire la rotta”, avviata dalla regione
campania. L’obiettivo è quello di ripristinare il deliberato del consiglio
regionale che nel 2009 sancì la privatizzazione della società di navigazione,
ma solo al 49%. E qui, verificare la possibilità, tecnica ed economica, di
intervenire con una cordata pubblico-privata, formata dagli imprenditori
locali, i cittadini delle isole, con il concorso anche economico delle
amministrazioni delle isole. Accanto a ciò, si è pure rimessa in gioco
l’ipotesi di poter procedere alla istituzione di corse aggiuntive, con altri
mezzi ed altra struttura societaria. Le varie ipotesi, suffragate da dati
concreti e supportate dalle disposizioni europee, nazionali e regionali,
saranno avanzate all’amministrazione comunale di casamicciola dalle
associazioni e movimenti presenti all’incontro di stamane. I tempi sono
strettissimi: l’impegno è quello di far giungere le proposte entro lunedi
prossimo. Poi, sarà il sindaco di casamicciola a convocare i colleghi di
ischia, procida e capri per un confronto pubblico, nel quale stendere “nero su
bianco”, dopo aver manifestato chiaro l’intendimento di “prendere in mano” la
situazione dei trasporti marittimi nel golfo di napoli, in nome del diritto
alla mobilità degli isolani. Poi, si parlerà di prezzi e della qualità del
naviglio.