Teleischia
Politica

CASAMICCIOLA: PRIMO CONSIGLIO, E’ GIA’ POLEMICA

C’era il pubblico delle grandi occasioni alla prima seduta del nuovo consiglio comunale di casamicciola, eletto lo scorso 25 maggio: la sala del capriccio in piazza marina, ripulita per l’occasione – e non solo – era gremitissima di cittadini, interessati ad ascoltare le fasi del civico consesso, e pronti a prendere posizione, divisi in vere e proprie fazioni, difficili da contenere, lungo il corso della seduta. Non c’erano i big, de siano e ferrandino, anche se il loro fantasma è aleggiato  nella sala, rievocato soprattutto nel botta e risposta tra arnaldo ferrandino ed il sindaco giovan battista castagna… Ma qualche “osservatore” di altri comuni isolani c’era, nei panni del vice sindaco di lacco ameno, giacomo pascale (che non tradisce le origini casamicciolesi), così come pure si è visto il presidente del consiglio comunale di ischia gianluca trani e il consigliere foriano nicola nicolella…

Non ci sono stati i “colpi di scena” di cui si era parlato alla vigilia, relativi a presunte incompatibilità di questo o quel consigliere… La seduta, presieduta dal consigliere più votato, peppe silvitelli, si è aperta con un minuto di silenzio in memoria di vincenzo mazzella, il 24enne che ha trovato la morte, giorni addietro, sulle strade di casamicciola…quindi, si è proseguito come da copione: innanzitutto il giuramento del nuovo sindaco, dinanzi al consiglio ed alla cittadinanza.

Quindi, l’elezione del presidente e del vice presidente del civico consesso: non c’è accordo in questo caso tra maggioranza ed opposizione, quindi il presidente d’ambrosio viene eletto con i soli 9 voti della maggioranza e le 4 schede bianche dell’altra parte. Stessa scena, per il vice, attribuito all’opposizione: Caterina buono, consigliere del gruppo Rispetto per Casamicciola, viene eletta anch’essa con i soli voti dei consiglieri di maggioranza.

L’esordio dell’ex sindaco d’ambrosio alla guida del civico consesso è di carattere “ecumenico”, e non poteva essere diversamente, vista la specificità del ruolo, di raccordo con tutti i gruppi – maggioranza ed opposizione – in consiglio comunale.

Quindi, si è passati alla comunicazione degli assessori e la relazione programmatica del sindaco Castagna: 7 punti, dai rapporti con i cittadini, i servizi pubblici, il porto, il pio monte della misericordia, l’urbanistica, il commercio, il turismo… “Non è un libro dei sogni – ha sottolineato castagna – ma cose che l’amministrazione vuole realizzare, andando oltre l’ordinaria amministrazione”. Una sfida all’attuale momento di criticità economico finanziaria, per dare un segnale di rilancio e di speranza.

Ma dove il dibattito si è acceso, tra i consiglieri e con l’intervento animato delle fazioni del pubblico, è stato quando ha preso la parola l’ex sindaco arnaldo ferrandino: un intervento nel quale ha ribadito il concetto del “tradimento” subito con la defenestrazione della sua amministrazione, ed ha puntato nuovamente il dito sulla libertà di voto che sarebbe mancata, facendo chiaro riferimento a qualche personaggio presente in sala tra il pubblico che, secondo arnaldo ferrandino, avrebbe potuto spiegare meglio il concetto della “coercizione” o “costrizione” subita per votare in un certo modo…Questa considerazione ha fatto scattare Ignazio Barbieri che – dall’altro lato – ha chiesto apertamente ai cittadini che avessero subito pressioni, a non esitare a denunciarle ai carabinieri…

Ma arnaldo ferrandino insiste anche sul punto della presunta invalidità delle elezioni, e preannuncia: “sebbene siamo convinti della nostra tesi, che cioè le elezioni non sono valide, non faremo ricorso”. anche su questo, gli risponde ignazio barbieri, invitando invece la controparte a perseguire sulla strada della denuncia, al tar, al consiglio di stato, ed oltre…

Di diverso tenore l’intervento del consigliere di opposizione di Nuova Casamicciola, Luigi mennella, che ha richiamato l’attenzione dell’amministrazione su problemi concreti: dalle linee di traghetti da incrementare nel porto di casamicciola, alle verifiche statiche degli edifici scolastici, alla questione del capriccio o dei lavori in via pio monte della misericordia, questi ultimi secondo mennella completamente abusivi e lasciati alla mercè della ditta esecutrice che decide come e quando chiudere il transito per quest’arteria importante per il collegamento con la zona produttiva di casamicciola, piazza bagni, piazza maio, la sentinella, la rita. Mennella ha pure chiesto, in deroga all’attuale statuto comunale, la possibilità di costituirsi in gruppo consiliare.

Si è trovato il tempo per non essere d’accordo nemmeno sulla presa d’atto della nomina del revisore unico dei conti, tant’è che l’opposizione qui si è astenuta…

Ma, a pochi minuti dalla fine della seduta, il colpo di scena, messo in campo dal consigliere luigi mennella, che ha chiesto al sindaco, al presidente del consiglio e al segretario comunale di verificare se alcuni consiglieri comunali hanno un conflitto d’interesse, chiedendo di controllare la documentazione già presente presso il comune di casamicciola…

quindi, come dire: la festa iniziale è durata poco, perchè si incomincia già da subito a fare sul serio…

POTREBBE INTERESSARTI

PROCIDA. CONVOCATO IL CONSIGLIO COMUNALE PER IL 21 NOVEMBRE ALLE 14.30

Redazione-

ISCHIA. VENERDI’ 18 NOVEMBRE ALLA BIBLIOTECA ANTONIANA LA PRESENTAZIONE DE “I PROGRESSISTI AL COMUNE DI FORIO” DI NICOLA LAMONICA

Redazione-

ANCIM. DEL DEO: “ISOLE MINORI, CHIESTO UN INCONTRO CON IL MINISTRO MUSUMECI”

Redazione-

TURISMO. SANTANCHE’: “IL REDDITO DI CITTADINANZA HA IMPATTATO MOLTISSIMO SUL SETTORE”

Redazione-

DECRETO AIUTI TER, VIA LIBERA DELLA CAMERA

Redazione-