Teleischia
Senza categoria

ELEZIONI A CASAMICCIOLA, TRA NEW ENTRY E “TROMBATI”

Casamicciola ha il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale: la cittadinanza ha premiato la lista Per Casamicciola, attribuendole 2273 voti, affidando così l’onere e l’onore a giovan battista castagna di indossare la fascia tricolore.

Con lui, entrano nel nuovo civico consesso 8 consiglieri di maggioranza: Peppe Silvitelli, con 455 voti è il primo degli eletti, Loredana cimmino con 397 voti, Anna lucia miragliuolo, 389 voti, ignazio barbieri 362, angela di iorio, 354, vincenzo d’ambrosio, 298, stani senese, 289, nunzia piro, 214. tra questi otto, figurano tre volti nuovi, e tutte e tre donne; si rivedono vecchi volti noti, tutti e tre gli ex consiglieri di opposizione della passata consiliatura; ritorna con una messe di voti loredana cimmino, al secondo posto dopo silvitelli, che cel’ha fatta ad arrivare primo. Ritorna in consiglio l’ex sindaco vincenzo d’ambrosio. Resta fuori gianfranco mattera, uno dei tre consiglieri di area Pd che avevano sfiduciato con le loro dimissioni il sindaco arnaldo ferrandino: dista appena 15 voti dall’ultima eletta, l’avvocato nunzia piro. Non ce la fa nemmeno il dottor roberto monti, un altro volto storico della politica casamicciolese, che si rimanda alla cosiddetta prima repubblica; così come resta fuori l’avvocato agostino, figlio del più noto parisio iacono, per anni sindaco, consigliere ed assessore, fin dai tempi di antonio castagna…

I 4 seggi dell’opposizione saranno divisi tra: rispetto per casamicciola, lista seconda in classifica con i suoi 1662 voti; siederanno in consiglio l’ex candidato sindaco arnaldo ferrandino, il primo degli eletti ciro frallicciardi – ex vice sindaco con 356 voti, e la new entry al femminile, caterina buono con 306 voti. L’altro seggio spetta alla lista Nuova Casamicciola, con 815 voti: siede in consiglio l’ex candidato sindaco, luigi mennella.

Ora bisognerà attendere i tempi tecnici per l’insediamento del nuovo consiglio e l’avvio ufficiale della consiliatura; nel frattempo, spetta al sindaco Castagna il compito di colmare tutte le caselle, tra cui la più spinosa quella del vice sindaco. Non dovrebbe essere un mistero che, su questa carica hanno puntato tutta la loro campagna elettorale i primi due eletti, silvitelli e la cimmino. Resta poi il ruolo, non certo secondario, di presidente del consiglio comunale.

Insomma, la patata bollente sta tutta nelle mani sapienti e capienti del nuovo giovane sindaco che, a più riprese, ha dichiarato che non avrà difficoltà a nominare la sua giunta in breve tempo. Con il bilancino o il manuale Cencelli, purchè mantenga la promessa, per rimettere in moto il paese, lasciato a sé stesso in questo periodo di lungo commissariamento…