Teleischia
Senza categoria

MARE SICURO 2014, LE BARCHE POTRANNO AVVICINARSI DI PIU’ ALLE SPIAGGE

Emanata la nuova “ORDINANZA DI SICUREZZA BALNEARE 2014” Coincidente con l’inizio della stagione balneare Anno 2014, per assolvere all’impegno principale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, entra in vigore la nuova Ordinanza n. 26/2014 per la sicurezza dei bagnanti. Firmata in data odierna dal Capo del Circondario Marittimo di Ischia, TV Raffaele Muscariello, l’ordinanza di “Sicurezza Balneare 2014” disciplina la balneazione lungo tutta la costa dell’isola di Ischia recependo le indicazioni fornite dalle associazioni di categoria e degli operatori di settore e dell’utenza balneare, nonché i dettami emersi durante le riunioni presso il Comando della

Direzione Marittima della Campania al fine di omogeneizzare la disciplina,

salvo le peculiarità legate alla morfologia del territorio, per tutta la regione.

Una prima novità di maggior rilievo riguarda il limite delle zone di mare

riservate ai bagnanti ridotto da 300 a 200 metri per le spiagge e a 100

metri dalle coste a picco sul mare: chi vuole andare oltre, comunque, può

benissimo farlo indossando tutti i dispositivi di sicurezza atti a segnalare

la presenza come ad esempio il palloncino utilizzato dai sub. Tale limite

deve essere segnalato dai concessionari di strutture balneari mediante il

posizionamento, lungo il fronte di mare della concessione, di gavitelli di

colore rosso ad una distanza di 50 metri l’uno dall’altro (per un numero

comunque non inferiore a 3) parallelamente alla linea di costa.

Per i nuotatori di fondo il consiglio è di nuotare parallelamente alla linea di

costa entro i 200 metri; per i nuotatori meno esperti il limite delle “acque

sicure”, 1,60 metri di profondità, deve essere segnalato con gavitelli di colore

bianco e intervalli regolari non superiori a 5 metri.

Nei casi in cui le segnalazioni sopra indicate non siano presenti (non è una

facoltà ma potrebbe accadere a seguito di condizioni meteo avverse) gli

utenti dovranno essere allertati da cartelli monitori con su scritto “Attenzione

balneazione non sicura – Limite acque riservate alla balneazione non

segnalato” e ancora “Attenzione – Limite acque sicure non segnalato”. Tali

prescrizioni valgono sia per i gestori di stabilimenti balneari sia per i Comuni

dell’isola quali gestori di spiagge libere.

Viene ribadito il divieto assoluto di balneazione nel raggio di 100 metri dalle

imboccature dei porti, nelle zone interessate da lavori in mare, all’interno dei

corridoi di lancio delle unità da diporto opportunamente segnalati con gavitelli

di colore rosso con delle bandierine alle estremità.

Questo è altre indicazioni sono contenute nel nuovo dispositivo che entrerà

in vigore dal 1° maggio p.v. con l’auspicio di una massima scrupolosità da

parte di tutti gli operatori e di tutti gli utenti del mare nel rispettare quanto

in essa contenuto al fine di garantire un’estate sicura a bagnanti e natanti

sotto l’attenta vigilanza degli uomini e delle donne della Capitaneria di Porto

– Guardia Costiera impegnati, da anni, nella ormai tradizionale operazione

estiva denominata “Mare Sicuro”.

.