Teleischia
Sport

AUSIELLO: L’EX GIALLOBLU SPERA IN DUE VITTORIE PER LA SUA ARZANESE

Un girone di ritorno in Seconda Divisione senza mollare mai per il centrocampista Giuseppe Ausiello – per tutti “Peppe” – e la sua Arzanese. Sette vittorie, sei pareggi e due sole sconfitte nel girone di ritorno. Ventisette punti ed una scalata dal solitario ultimo posto, con la sconfitta con il Gavorrano che grida ancora vendetta e che forse poteva fare illudere per una salvezza diretta.

“Non solo per quella partita – ci spiega Ausiello – ma anche per tanti punti buttati negli ultimi minuti, quando avevamo la vittoria in tasca”.

Abbiamo chiesto al centrocampista napoletano, classe 1983, di raccontarsi in esclusiva per TuttoLegaPro.com. Ausiello ha festeggiato domenica scorsa la sua 50esima presenza in Lega Pro, con 4 reti, oltre alle 260 in D con 45 gol, un campionato vinto più lo scudetto l’anno scorso ad Ischia e per cinque volte consecutive nei playoffs fra Ischia, Pianura e Pomigliano.

“Si in effetti – continua Peppe -, negli ultimi anni ho avuto la possibilità di poter sempre lottare con squadre importanti e progetti ambiziosi per vincere il campionato”.

Com’è andata ad Arzano?

“Squadra giovane, progetto che puntava al minutaggio e alla valorizzazione di qualche giocatore. Sono stato fortemente voluto da mister Ferraro, ma purtroppo l’inesperienza del gruppo, un po’ di infortuni, qualcosa che ti gira storto come accade sempre in questi casi e le cose non sono andate bene all’inizio”.

Poi con l’arrivo di Marra in panchina, le cose sono andate diversamente.

“Il cambio in panchina ha prodotto la solita sterzata, io in particolare ho avuto la piena fiducia dal nuovo mister, la squadra si è rafforzata grazie all’ennesimo sacrificio della società e le cose hanno preso un altro verso”.

Ed ora …

“Due finali, una ad Ischia e l’altra un vero scontro diretto con l’Aprilia che dobbiamo assolutamente vincere per regalarci un sogno. Non solo per noi, ma anche e soprattutto per i tifosi, lo staff e la società”.

Sarebbe un vero e proprio miracolo per Arzano.

“Sono di Secondigliano, un quartiere di Napoli, limitrofo con Arzano e potrei andare ad allenarmi anche a piedi. Penso di immaginare cosa voglia dire per la gente di qua approdare nella Lega Pro unica. Anche per noi calciatori il solo pensiero di potercela giocare l’anno prossimo con Salernitana, Benevento e Casertana, per non parlare di Messina, Cosenza e Foggia. Ti mette i brividi. Sembra di essere in B”.

Carriera importante la tua, con tante reti, quasi da goleador.

“Come ti dicevo ho avuto la fortuna di poter giocare quando ad Ischia, Pianura e Pomigliano sono state costruite corazzate per vincere il campionato. Poi spero ci sia anche qualche merito mio”.

Per te una carriera trascorsa in Campania, dopo i primi passi fra Fiorenzuola e Senigallia.

“Si anche quest’anno il mio procuratore mi aveva proposto progetti forse anche più ambiziosi fuori regione, ma fra la laurea in Scienze motorie, la specializzazione, qualche interesse extra-calcistico in regione ho preferito rimanere nella mia terra”.

Dove preferisci giocare?

“Sono un centrocampista centrale, destro naturale, che ama inserirsi. Un interno, un tempo si diceva mezzala. Però ho giocato indifferentemente a due o a tre in mezzo al campo”.

Il futuro prossimo?

“Per ora meglio essere concentrati solo sulla prossima partita. Proprio ad Ischia dove ho passato due anni splendidi, conclusi la stagione passata con una cavalcata trionfale battendo tutti i record, fra punti, gol fatti e subiti e lo scudetto finale. Come dico quest’anno ai miei compagni, non pensiamo troppo in là, ogni volta che abbiamo fatto così è arrivata qualche doccia fredda. Un passo alla volta, un piccolo mattoncino senza strafare”.

Tu dove sarai?

“Per quanto mi riguarda, visto che stiamo parlando di sogni, mi piacerebbe mantenere la categoria, visto che anche quest’anno penso di non aver sfigurato. Ora però dobbiamo vincere le prossime due partite, il resto non conta”.

POTREBBE INTERESSARTI

PLAY OUT. FORIO BASKET SCONFITTO E RETROCESSO. VITO IACONO: “E’ COLPA MIA E CHIEDO SCUSA”

Redazione-

NAPOLI. CATALDI: “ALL’UNIVERSITÀ ORIENTALE LA CONFERENZA FINALE DEL JEAN MONNET NETWORK” (SERVIZIO TV)

Redazione-

REAL FORIO. MONTI: “IL REAL FORIO È UNA GRANDE SOCIETÀ, QUI PER FARE UN CAMPIONATO DI VERTICE”

Redazione-

MOTOCICLISMO. LEONARD SOLMONESE, TERZO POSTO IN GARA DUE A MISANO ADRIATICO NEL PRIMO ROUND DELLA COPPA ITALIA

Redazione

CALCIO. REAL FORIO, GIUSEPPE “BILLONE” MONTI NUOVO ALLENATORE BIANCOVERDE!

Redazione