Teleischia
Senza categoria

LAPO ELKAN AD ISCHIA

ISCHIA. Acchiappa-vip in formato pasquale. La sorpresa è Lapo Elkann. Tatuaggio con lo stemma della Juventus bene in vista, gioia esuberante, jeans e camicia azzurra, l’eccentrico e travolgente fratello dell’impeccabile John, presidente del gruppo Fiat, è sbarcato a colpo sicuro nel buen retiro marino dei personaggi del jet-set, sul versante ovest della spiaggia dei Maronti: lo storico «Ristorante Le Fumarole da Nicola». Un posticino riservato che campeggia con la sua architettura inconfondibile sul lido più hot che c’è, appunto quello delle Fumarole, dove – in alcuni tratti – la sabbia è così calda da sfiorare i 100 gradi. «Similia similibus», direbbero i Latini: la caldera attiva dell’isola ha ospitato per qualche ora l’incontenibile «best dressed man», secondo Vanity Fair.Il vulcanico Lapo è arrivato con un amico, dopo aver noleggiato un charter a Mergellina, direttamente da Milano, anche sulla scia delle periodiche frequentazioni di Luca Cordero di Montezemolo che, in quest’angolo di Ischia, si sente a casa. Come Naomi Campbell, tanto per restare in tema d’eleganza. «Ci siamo conosciuti proprio a Milano, siamo diventati amici, l’ho invitato e non s’è fatto pregare due volte: Lapo è uno straordinario campione di semplicità, si è divertito tantissimo coinvolgendo tutti noi», spiega Giorgio Di Meglio che, con il fratello Salvatore, le sorelle Lucia e Adele, cuoche magistrali, gestisce l’ormai mitico spicchio di paradiso di proprietà del papà Nicola, tra i pionieri di una mondanità in riva al mare esclusiva e riservata. Del resto, da queste parti, a pochi passi, c’è il rifugio super controllato – il Miramare – che da oltre vent’anni accoglie Angela Merkel. «Viaggio in aereo per 260 giorni durante l’anno, sono sempre per aria, questi momenti di relax sono davvero preziosi», ha confessato Lapo al suo amico ischitano. Che l’ha letteralmente mandato in orbita a colpi di atmosfere- benessere; profumi e sapori: carciofi ripieni; poi, fave olio limone e pancetta, bruschetta, parmigiana di melanzane, mozzarelline in carrozza, ricotta salata e mozzarella di bufala; e un «grande spaghetto al pomodorino». A corollario, la pastiera di Adele e Lucia, e il vino Biancolella di Andrea D’ Ambra, con melone giallo fragolina e mentuccia. Un’apoteosi con prologo: la sauna, il tuffo in mare, e il bagno nella vasca termale naturale, scavata nel tufo. «Abbiamo chiacchierato a lungo, e l’avrei ascoltato per tutto il giorno, perché sprigiona una vitalità davvero contagiosa», ha aggiunto Giorgio Di Meglio, a proposito di un Lapo raggiante che, tra una battuta e l’altra, si è lasciato scappare di essere «single in questo periodo». Per le sue fan, una notizia davvero ghiotta. Come la sua escursione ischitana.di Ciro Cenatiempo/ DA CORRIEREADRIATICO.IT