Teleischia
Senza categoria

BAR MARIA: IL TAR HA ACCOLTO LA RICHIESTA DI SOSPENSIVA DEI PROPRIETARI

Continua la battaglia dei proprietari del Bar Maria contro il Comune di Forio.

Il Comune aveva prima diffidato i proprietari a non eseguire la tettoia esterna, per la quale avevano già ottenuto diversi pareri favorevoli, tra i quali quello della Soprintendenza di Napoli e provincia, e successivamente aveva annullato la concessione del suolo pubblico antistante lo storico Bar di Forio.

I proprietari, infatti, si sono affidati all’avv. Bruno Molinaro che ha presentato un ricorso al Tar col quale chiede, appunto, prima la sospensiva e poi l’annullamento delle decisioni del Comune. E per il momento il Tribunale amministtrativo sembra dar ragione ai proprietari consentendo a Luciano Regine di (ri)utilizzare il suolo pubblico negato. Anche questa estate, quindi, i turisti e gli ischitani potranno continuare a sedere nei tavolini di fronte al Bar Maria in attesa della decisione definitiva che arriverà dopo la prossima udienza, fissata per il 22 ottobre prossimo. 

Nel ricorso presentato, l’avvocato Molinaro, aveva sottolineato l’importanza culturale dello storico bar, attivo da epoca remota e luogo di ritrovo, oltre che salotto culturale tra i più importanti del dopoguerra.

“È di pubblico dominio – si legge nel ricorso – che intorno al Bar Internazionale (“bar-università”) di Maria Senese, divenuto nel tempo cenacolo artistico-letterario di una nutrita schiera di scrittori, poeti, musicisti, critici d’arte e pittori di fama mondiale, come Guttuso, Cremonini, Brown, Auden, Truman Capote, Moravia, Morante, Neruda, Pasolini, Pointner, Walton, Kallman, De Libero, Bigiaretti, Gilles, Bargheer, Pagliacci, Bolivar Patalano e tanti altri, è ruotata buona parte della storia locale del novecento. Quel che più rileva ai fini del presente ricorso è che l’attività del Bar Maria è stata da sempre esercitata anche mediante l’utilizzo dello spazio pubblico antistante reiteratamente concesso in uso dall’amministrazione comunale e dell’annessa tettoia-pergolato in legno occupante una superficie di oltre mq 50”.