Teleischia
Senza categoria

LELLO CARLINO: CHE TUTTI RISPETTINO GLI IMPEGNI!

“Una squadra giovane che vince e raggiunge l’obiettivo della lega pro Unica e dell’età media: è quanto avevo chiesto ad inizio stagione e fortunatamente siamo riusciti ad avere a stagione in corso. Un grosso merito va ad Antonio Porta che ha sposato il progetto ed ha dato il suo contributo perchè il progetto fosse vincente” Queste le parole di Lello Carlino, presidente dimissionario, sponsor, ma sopratutto l’uomo che ha costruito una squadra capace in due stagioni di vincere due campionati. “Non corriamo afferma, ci manca ancora un punto e solo allora possiamo gioire e festeggiare. Domenica sarò a Melfi con la squadra per seguirla in questa difficile gara”. E poi si guarderà all’anno prossimo?”Penso che per l’anno prossimo servano nuovi soci e nuovi capitali oppure la stagione si presenterà già tra qualche mese con tutte le sue difficoltà. Io sarò sponsor e nulla di più. All’Ischia Calcio servono imprenditori che vogliano sposare il progetto altrimenti gli sforzi fatti in questi due anni non saranno stati utili a nulla.” Con la nuova gestione però dalle Lega arriveranno finalmente un pò di soldini. “Si è vero… ma quanti ne abbiamo strappati ad inizio stagione perchè chi era preposto non ha avuto il coraggio di far seguire le mie direttive? E nonostante giocassero calciatori più esperti i risultati tardavano ad arrivare. Ora c’è però una scadenza importante che tutti i soci della Green Island e della Ischia Sport e Turismo non devono dimenticare. Parlo del 16 aprile, o rispettiamo gli impegni o rischiamo di sciupare tutto”. Infatti il 16 aprile scadono i termini per pagare gli stipendi non solo ai calciatori che ora sono tesserati con i colori gialloblu, ma anche a quelli che hanno lasciato a gennaio l’ischia per approdare ad altri lidi. Il mancato pagamento oltre al mancato rispetto degli impegni presi potrebbe far scattare da parte della Lega penalizzazioni in classifica. Per evitare che l’Ischia non perdi a tavolino i punti guadagnati sul campo i soci tutti ora devono rispettare gli impegni.