Teleischia
Sport

ROMANO: TORNATO TITOLARE CON COSTANTINI

“Siamo andati a Caserta motivati e convinti del lavoro che avevamo fatto in settimana. Già da martedì – dichiara il biancoverde Mariano Romano – siamo però ripartiti con la mente rivolta alla gara con l’Ischia. La vittoria in casa della capolista non deve restare un’impresa fine a se stessa, bensì bisogna conferirgli immediata continuità con altri tre punti. Dobbiamo sfruttare questo ritrovato entusiasmo compiendo un altro piccolo passo avanti in classifica”. Al Pinto, per la prima volta in questa stagione, si è visto un centrocampo a tre impersonato contemporaneamente da Scarsella, Romano e Giampà. “Domenica ha funzionato anche se c’è la figura dell’allenatore che è deputata proprio a fare questo tipo di valutazioni. In passato era spesso capitato che uno di noi tre non stesse bene o non fosse disponibile. Per quello che ci ha chiesto il mister e per come giocava a centrocampo la Casertana, dove agivano Correa e Cruciani, ci siamo trovati molto bene nel chiudere la linea o fare le giuste diagonali. Tatticamente, insomma, abbiamo concesso poco e niente, dimostrando grande attenzione e concentrazione”. Per l’ennesima volta si è confermata la legge non scritta del calcio che vuole vincente, o quantomeno non perdente, la squadra fresca di cambio della guida tecnica. “Ripeto, siamo stati più pratici. Anche prima eravamo compatti, però ora siamo più decisi, forti di un obiettivo da raggiungere tutti insieme: squadra, società, allenatore. Ovviamente sapevamo già, avendolo avuto nei primi due mesi, cosa il mister voleva da noi. Anzi, il martedì post gara col Gavorrano è entrato con ancora maggiore determinazione nello spogliatoio, trasmettendoci la giusta carica per andare a vincere a Caserta”. Domenica Mariano Romano è ritornato titolare dopo due giornate trascorse in panchina. “Le scelte spettano sempre all’allenatore. Io mi alleno sempre al massimo per me stesso in primis e poi ovviamente per la squadra. Se poi penso alla scorsa stagione vissuta interamente tra panchina e tribuna, non posso certo lamentarmi. Domenica mi sono rimesso in gioco e mi auguro di aver fatto bene, fermo restando che l’importante è stato aver vinto la partita”. Facciamo notare come nelle scorse settimane pure al suo compagno di reparto Scarsella siano state concesse un paio di giornate per ricaricare le pile, dopo avere entrambi tirato la carretta, senza interruzione di continuità, per tutto il girone d’andata. “Ci ha fatto bene. Prima probabilmente eravamo un po’ spompati anche perché siamo esseri umani e non delle macchine; per cui ci sta un periodo di calo”.Adesso però bisogna battere l’Ischia al D’Ippolito, dove non si vince e non si fa gol addirittura da quasi tre mesi. Viceversa, si tornerebbe punto e a capo, e l’exploit di Caserta verrebbe in gran parte vanificato. “Ogni squadra che si va ad affrontare è diversa dalla precedente. La prepareremo a prescindere da quelle che saranno le condizioni del campo. Anche giocando palla lunga indirizzata, qualora dovesse occorrere, stando al contempo attenti ad accorciare e poi ripartire”. DA LAMETINO.IT

POTREBBE INTERESSARTI

ISOLA DI PROCIDA. LUBRANO: “SALVEZZA MERITATA SUL CAMPO, NON AVREMMO DOVUTO GIOCARE QUESTA PARTITA”

Redazione-

PLAYOUT PROMOZIONE. SCONFITTA 1-0 CONTRO LA PUTEOLANA 1909, PROCIDA IN PRIMA CATEGORIA

Redazione-

PUTEOLANA 1909. SOMMA: “GRAZIE AI MIEI RAGAZZI, DISPIACE PER IL PROCIDA”

Redazione-

REAL FORIO. GIUSEPPE CARUSO DIRETTORE GENERALE

Redazione-

PROMOZIONE, PLAY OUT. IL PROCIDA PERDE E RETROCEDE, LA PUTEOLANA VINCE 1-0

Redazione-