Teleischia
Senza categoria

VENDITA DI FRUTTA SU CAMION PER STRADA

Spesso sulle strade della nostra isola vediamo venditori ambulanti di frutta ed ortaggi. Ma vediamo cosa dice la legge: “Vendere frutta esposta per strada è reato, se il diretto contatto con agenti atmosferici e gas di scarico dei veicoli in transito ne pregiudica lo stato di conservazione.” È questa la posizione chela Cassazione ha espresso nella sentenza 6108/2014respingendo il ricorso di un fruttivendolo, condannato dal Tribunale di Nola per la contravvenzione prevista dall’articolo 5, lettera b), della legge 283 del 1962. Questa norma vieta la vendita, la detenzione per la vendita e la somministrazione, o comunque la distribuzione per il consumo, di sostanze alimentari in cattivo di stato di conservazione. E’ un «reato di danno», secondo la suprema Corte, e mira ad assicurare una protezione immediata all’interesse del consumatore affinché il prodotto finisca sulla sua tavola con le cure igieniche imposte dalla sua natura. Perché il reato sia commesso basta che la conservazione dell’alimento avvenga con modalità che non rispettano le prescrizioni normative, o, se mancano regole ad hoc, che non si ispirano alle regole di comune di esperienza. a riguardo cè una sentenza: I giudici di merito avevano condannato il venditore di frutta perché aveva posto tre cassette di verdura nel marciapiede davanti alla bottega, lasciandole ad assorbire le emissioni inquinanti del traffico cittadino. Secondo l’imputato tale circostanza non poteva essere sufficiente. Ma la Cassazione sostiene che il cattivo stato di conservazione dell’alimento assume rilievo anche quando le condizioni igieniche sono obiettivamente precarie. Richiamando numerosi propri precedenti dell’ultimo decennio, i giudici escludono che questo accertamento richieda analisi di laboratorio o perizie e ritengono sufficiente l’esito circostanziato dell’ispezione effettuata dei soggetti addetti alla vigilanza. Insomma, questa sentenza della Cassazione non mette a rischio sanzione tutti i mercati all’aperto. Ma se la verdura si vende per strada, i negozianti devono stare attenti a che sole, acqua e gas inquinanti non la rendano immangiabile.