Teleischia
Senza categoria

CLIMA TESO IN CASA FOGGIA. PADALINO:”CI SONO ATTACCHI SCONSIDERATI”.

Ecco le parole di mister Padalino nella conferenza stampa pre-Ischia:

L’opinione di Mister Padalino sul momento dell’Ischia? “Non voglio prendere in considerazione le problematiche dello spogliatoio dell’Ischia anche perché hanno un allenatore esperto. Evidentemente il nuovo mister ha permesso i giocatori a trovare una continuità. Il momento dell’Ischia è buono e cercheranno di cavalcarlo per migliorare la posizione di classifica. La continuità in questo campionato è molto importante perché permette di allungare molto sulle altre. Noi abbiamo avuto due buoni momenti che ci hanno portato a fare molti punti e ci danno una tranquillità in più che non ci deve però portare a mollare perché non abbiamo la certezza di vivere sogni tranquilli. Continueremo a dare filo da torcere a tutte le squadre affinchè il nostro obiettivo venga raggiunto.”

La tensione che si vive nell’ambiente può aver frenato la squadra? “Marginalmente la nostra sicurezza è stata scalfita dalle voci esterne. All’interno dello spogliatoio abbiamo accusato il colpo perché non ci aspettiamo delle cose di questo tipo dopo un campionato molto buono. Da questo punto di vista ci è mancata quella “solidarietà” che c’era all’inizio dell’anno e l’anno scorso. Io devo richiamare l’attenzione su questi aspetti e bisogna guardarsi indietro per non perdere di vista il reale valore della squadra e della società. Sono profondamente deluso dalle parole di molta gente e dall’atteggiamento di chi dà per scontato molte cose. Non è riferito a nessuno della società. Quello èperpetrato è un attacco contro tutti quelli che si sentono foggiani solo quando tutti va bene. C’è troppa gente che parla e basta senza dare contributi e chiacchiera senza costrutto minando un ambiente sano. Per quanto mi riguarda dobbiamo avere considerazione massima dei ragazzi. Si respira aria di una squadra che si trova in zone basse della classifica e si usano parole pesanti come “vergogna” che non dovrebbe essere utilizzate in questi contesti. In questo momento sono leggermente alterato. Il nostro ruolo non ci permette di andare fuori le righe e si deve rimanere sempre freddi. Cerchiamo con le parole di essere sempre educati, pungenti ma mai fuori ruolo.”

La squadra ha pagato un evidente calo psico-fisico?” E’ un po’ un controsenso anche perché nella partita contro il Messina abbiamo pagato il primo tempo mentre siamo stati propositivi nel secondo. La sicurezza e l’appagamento che non dovrebbe esserci diventa difficile da gestire e trasferire perché vuoi o non vuoi c’è un minimo di appagamento quando vedi squadra a 9 o 10 punti. Ci abbiamo provato ma un po’ la stanchezza di quelli dall’inizio dell’anno tirano la carretta, la motivazione che ti devi creare ogni partita, i campi pesanti, le assenze, la discontinuità di allenamento di alcuni giocatori possono rovinare il cammino. Dobbiamo cercare di essere equilibrati, superando con serenità questi momenti. In prospettiva futura non sono preoccupato dal punto di vista fisico perché sono sicuro che recupereremo la brillantezza che è venuta un po’ meno e il terreno perso.

L’importanza della gara di Ischia? E’ un’incontro che deve essere considerato nella giusta misura anche per la continuità. Hanno cambiato molto ma nello studio della partita non cambia molto.  Abbiamo perso Kyeremateng e Curcio mentre Filosa non è ancora al 100% e poi c’è la squalifica di Cavallaro. Spero che non ci siano problemi e di riavere presto tutti. D’Allocco è stato leggermente preservato in settimana ma ha recuperato. Questo campionato anomalo porta le squadre che sono indietro a lottare e niente è ancora definito. Probabilmente solo la Casertana ha dato un segnale forte, tutte le altre vivono momenti di alti e bassi. Oltre al profilo tattico si deve considerare anche quello caratteriale e psicologico. C’erano squadre che stavano facendo cose straordinarie che ora si trovano in posizione di centro classifica. Quelli dietro continueranno fino alla fine a sperare.

Quali i dubbi sullo schieramento di Mister Padalino? “Obiettivamente i dubbi sono sempre gli stessi. Ci sono da valutare tante cose e fino all’ultimo terrò conto non solo delle condizione fisica ma anche per quanto riguarda il corso della partita. Per quanto riguarda Gigliotti dovete chiedere alla società.”