Teleischia
Appuntamenti

SABATO PRENDE IL VIA IL CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORE DIOCESANO DEL TURISMO

Parte sabato 8 febbraio, alle ore 16 presso la Curia Vescovile, il primo Corso di formazione per animatore diocesano del turismo. Ad inaugurarlo Andrea Babbi, il direttore generale dell’Enit, l’Agenzia italiana del turismo.

Il tema del primo incontro è «Il turismo oggi: nuovi bisogni e nuove risposte».

La presenza a Ischia di Andrea Babbi, 52 anni, assume particolare rilievo per l’impegno che, dal momento dell’insediamento ai vertici del Turismo italiano, il manager sta mettendo in campo per sostenere l’Italiaaffinché torni ad essere tra le prime tremete turistiche mondiali. «Il lavoro principale è fondato sulla presenza di risorseaggiuntive – ha sostenuto Babbi – ed è teso a riqualificare l’offerta, migliorare la sincronia tra Stato, regioni e province autonome, puntando ad attrarre investimenti esteri, a innovare agganciando il settore ricettivo all’agenda digitale, rendendo il ruolo dell’Enit più incisivo sui mercati del turismo. Bisogna premiare, in questa prospettiva, la costituzione di reti di impresa, sul modello di quanto sperimentato per l’industria, e favorire, oltre alla riqualificazione dell’offerta, un ristrutturazione del tessuto imprenditoriale ancora troppo imperniato su piccole aziende famigliari e scarsamente capitalizzate». Aspetti, questi, che riguardano da vicino la realtà ischitana.

Oltre Andrea Babbi, parteciperanno a questo primo appuntamento Maurizio Arturo Boiocchi, direttore responsabile di ricerca in Marketing e Comunicazione d’Impresa presso l’Università IULM di Milano;Carla Gina Ascione, storica dell’Arte e funzionario responsabile di zona per i Beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici di Napoli e Provincia;Vittorio Sozzi, responsabile del Servizio nazionale per il Progetto culturale della CEI e Sergio Tanzarella, docente della Facoltà di Storia e Beni culturali della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana.

Il corso, è organizzato in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana (uffici Turismo e tempo libero, e Progetto culturale); il «Progetto Policoro»; il Centro Turistico Giovanile «Ischia in itinere»; la Federalberghi dell’isola d’Ischia, l’Istituto Europeo del Restauro; con l’IPS «Telese», il Liceo Statale «Ischia» e l’Istituto d’Istruzione Superiore «Cristoforo Mennella».

Il corso, della durata di due anni, è articolato nella prima fase in cinque incontri con cadenza mensile, ai quali sono abbinati altrettanti laboratori. I destinatari del Corso sono i giovani di età compresa tra i 17 e i 30 anni (studenti universitari e degli istituti superiori), operatori pastorali, incaricati dai parroci, operatori del settore turistico, guide e accompagnatori turistici, ma è possibile iscriversi anche in qualità di uditore, senza limiti di età e livello di istruzione, compilando la scheda presente sul sito internet della Diocesi: www.chiesaischia.it.

Alla fine del corso sarà rilasciato un attestato valutabile ai fini dei crediti formativi.

POTREBBE INTERESSARTI

CASAMICCIOLA. LE SANTE MESSE DI OGGI. IL VESCOVO CELEBRA ALLE 18.30 ALL’HOTEL MICHELANGELO

Redazione-

LACCO AMENO: INIZIATIVE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Redazione-

NAPOLI. PALAZZO REALE: NUMERI DA RECORD

Redazione-

CASAMICCIOLA. CHIESA BUON CONSIGLIO, DOMENICA ORE 18 CHIUSURA QUARANTORE CON SANTA MESSA IN DIRETTA

Redazione-

ISCHIA. ALLA CURIA VESCOVILE IL 22 NOVEMBRE IL CONVEGNO SUL TURISMO TERMALE

Redazione-