Cronaca

ABUSIVISMO, RUSPE IN AZIONE A BARANO



– A distanza di cinque mesi dall'ultima
demolizione tornano le ruspe a Ischia (Napoli). Stamattina la prima opera di
abbattimento, su disposizione della procura di Napoli, ha riguardato un
immobile abusivo allo stato grezzo realizzato in località Fiaiano, nel comune
di Barano d'Ischia. L'abbattimento è in esecuzione di una sentenza passata in
giudicato. Sul posto gli uomini del commissariato di Ischia e del reparto
mobile della Questura di Napoli. Si tratta del primo dei tre immobili che nelle
prossime settimane dovranno essere abbattuti. L'immobile abusivo si trova in
una zona collinare, in località 'Montagnone'. Intanto sulle spese legate alle
demolizioni presto ci sarà un incontro a Forio d'Ischia tra i sei sindaci
dell'isola e quello di Procida. ''Con le anticipazioni di cassa che facciamo
perchè sia realizzata una demolizione da parte delle procure – spiega il
promotore dell'incontro, Vincenzo Capezzuto – rischiamo un buco nei nostri
bilanci comunali e tra qualche tempo non riusciremo più a pagare gli stipendi
ai nostri dipendenti'. ''Le procure fanno il loro dovere – prosegue – ma noi
sindaci dobbiamo interfacciarci col potere legislativo visto che i nostri
parlamentari non rappresentano le esigenze del territorio e dobbiamo trovare
una soluzione perchè il sistema adottato (richiesta del finanziamento alla
Cassa Depositi e Prestiti con rivalsa sul proprietario dell'immobile che ha
subito la demolizione, ndr) non funziona e rischia di provocare un buco di
bilancio''. ''Dobbiamo vedere – conclude Capezzuto – che soluzione trovare per
ricollegarci in qualche modo all'indulto che il Parlamento pare intenzionato a
varare trovando la soluzione definitiva al problema''.

 

Have your say