Teleischia
Cronaca

MALTEMPO AD ISCHIA: ACQUA ALTA E DIFFICOLTA’ NEI COLLEGAMENTI MARITTIMI

Quando ad Ischia arriva il maltempo, si ripropone il solito spettacolo: il vento di scirocco forza 8 imperversa da stamani lungo le coste dell’isola, producendo innanzitutto il consueto fenomeno dell’allagamento di Ischia Ponte. L’intero piazzale è flagellato dal mare, che proviene da due direzioni e si congiunge all’inizio del pontile che guarda verso il castello aragonese. Le onde si infrangono lungo il muro perimetrale e, superate le barriere, il mare entra dallo scivolo delle barche, arrivando davanti al bar da cocò, portando con sé di tutto. Dall’altro lato, il mare sale impetuoso e senza difficoltà invadendo il manto stradale, formando così un unico lago. L’acqua come sempre si avanti, verso i negozi e le abitazioni, fino a raggiungere la curva della cattedrale. Uno spettacolo ben noto agli abitanti e ai commercianti della zona, che vi assistono impotenti. L’acqua non risparmia nemmeno le zone retrostanti, passando attraverso i cunicoli e arrivando nei vicoli e nel piazzale dinanzi a Boccia. E’ impensabile per le auto di transitare in questo lago; chi ci prova, si trova in evidente difficoltà.

Dove l’acqua del mare non c’è più, già compaiono i depositi di sabbia, alghe e detriti.

Ma se sparta piange, atene non ride: l’acqua del mare con questo maltempo invade anche la riva destra del porto di ischia, ed il fenomeno dell’acqua alta è oggetto di studi da tempo da parte del prof.ortolani dell’università di napoli. Anche qui il mare ha sommerso la strada, giunge sino alle auto in sosta e sotto l’uscio di case e ristoranti. E le bitte d’ormeggio delle barche da diporto, sembra che galleggino in mezzo al mare…

Ma l’effetto del maltempo si riverbera anche sui collegamenti marittimi: da ieri sera, con il mare a forza 8 e l’avviso di burrasca da sud est, risulta quasi impossibile arrivare o partire da ischia e da procida. Fermi gli aliscafi nei porti, anche i traghetti delle compagnie di navigazione sono fermi nel porto ischitano, con i marinai che hanno rinforzato gli ormeggi. I passeggeri, soprattutto turisti, non hanno potuto far altro che averne la conferma dagli inequivocabili avvisi affissi all’esterno delle biglietterie.

L’unico mezzo a collegare Casamicciola con pozzuoli, l’Emanuele d’abundo della medmar, con non poche difficoltà e un notevole ritardo che ha fatto sballare tutti gli orari previsti.

Al porto di casamicciola quindi si sono riversati auto, camion e passeggeri con la necessità impellente di lasciare l’isola: lunghe code si sono verificate al botteghino della società di navigazione e sul porto.

Sul posto, oltre agli uomini della guardia costiera, anche polizia e carabinieri per monitorare la situazione tra partenze ed arrivi.

Il primo sbarco è avvenuto intorno alle 10: l’emanuele d’abundo è arrivato, portando con sé i camion degli approvvigionamenti ed i corrieri che ritornavano da pozzuoli, ma anche il personale medico e paramedico che doveva rilevare il turno notturno dei colleghi all’ospedale rizzoli di lacco ameno.

Le code di mezzi incolonnati per l’imbarco e le auto ed i camion sbarcati dal traghetto hanno influito sulla viabilità locale in transito per casamicciola in entrambe le direzioni, verso ischia e verso forio.

POTREBBE INTERESSARTI

FORIO.DAVIDE CASTAGLIUOLO: “PER IL 2023 TANTI GLI IMPEGNI E PROGETTI DA REALIZZARE”

Redazione-

NAPOLI. DON ENZO PAPA: “SANTA RESTITUTA UN LUOGO D’ INCONTRO” (SPECIALE TV)

Redazione-

CORONAVIRUS. DATI NAZIONALI 16 MAGGIO, NUOVI CONTAGI 13.668 E 353 LE TERAPIE INTENSIVE

Redazione-

GDF NAPOLI. SEQUESTRO DI BENI PER 18 MILIONI PER UN AMMINISTRATORE GIUDIZIARIO

Redazione-

NAPOLI. OSSERVATORIO ECONOMIA CIVILE: CONVEGNO CON MAGGIORE, BECCHETTI,M.PRODI, BRIGANTI

Redazione-