Video

CALCIO A 5. COPPA ITALIA C1, ESORDIO AMARO PER LA VIRTUS LIBERA, IL GUADAGNO PACK PASSA NEL FINALE

Coppa – Final Eight

Quarti di finale

Si interrompe ai quarti di finale il cammino della Virtus Libera Forio nella Coppa di Serie C. Ad ottenere la qualificazione, nella gara inaugurale della Final Eight, è il Guadagno Pack. La squadra di Panico trova la rete che le apre le porte della semifinale a trenta secondi dalla fine di una partita che ha regalato grandi emozioni e con innumerevoli episodi e capovolgimenti di fronte. Per gli isolani, autori di una prestazione al di sotto dei propri standard, in gol Melise e Rossi.

Schieramenti. La Virtus Libera Forio impiega inizialmente Curci tra i pali con Polito, Melise, Cuomo ed Ortega giocatori di movimento. Nel quintetto iniziale del Guadagno Pack, invece, ci sono il portiere Cennamo, che risulterà il migliore della gara, Galluccio, Piccolo, Avella, Coppola.

Partita. Al “Palacercola” sono Virtus Libera Forio e Guadagno Pack ad inaugurare la Final Eight di Coppa. Dalle prime battute si capisce che il Guadagno Pack approccia la gara con maggiore convinzione degli isolani e si rende pericoloso con Piccolo, molto vivace nei primi minuti del match. Gradualmente aumentano i giri del motore della Virtus Libera Forio: il primo squillo di marca foriana è di Raffaele Cuomo che, servito da Melise, apre un po’ troppo il piattone e la palla finisce non distante dal palo alla destra di Cennamo. Per due volte si rende pericoloso Ortega: sul primo tentativo dell’ex Mantova, Cennamo si produce nel primo di una lunga serie di interventi che lo porteranno ad essere grande protagonista del match; sul secondo, invece, l’asso brasiliano appostato sul secondo palo non riesce a tramutare in oro una punizione di Melise. La squadra di Gino Monaco sembra aver trovato il ritmo e la convinzione: al 13’ grande giocata di Melise, la cui conclusione però si stampa sul palo.  Ancora Virtus Libera pericolosa con Rene Ortega, il cui sinistro finisce non lontano dal palo. Ad interrompere quello che era diventato quasi un monologo della formazione isolana, ci pensa il bravo Miele che per ben due volte si rende pericoloso, ma in entrambe le circostanze Curci è attento. La partita continua a regalare emozioni senza interruzione alcuna: Melise, nonostante una evidente trattenuta ai suoi danni, riesce a concludere, ma Cennamo è ancora bravo. Nell’altra metà campo, invece, Miele scavalca anche Curci in uscita, ma Cuomo allontana poco prima che la palla si avvicini alla linea bianca. Dopo un altro intervento per squadra dei due portieri, la gara si sblocca: sugli sviluppi di un calcio d’angolo viene servito Piccolo che con una gran conclusione manda la palla all’incrocio dei pali. Sul finire della prima frazione di gioco, sono ancora i due numeri uno i grandi protagonisti: Curci salva ancora su Miele, mentre Cennamo deve fare gli straordinari sulla conclusione di Cuomo e sulla ribattuta ravvicinata di Polito. Al termine del primo tempo il Guadagno Pack è avanti per 1 a 0.

Nella ripresa, la Virtus Libera Forio pareggia i conti quasi subito con il calcio di rigore concesso per l’atterramento in area di Beneduce da parte di Cennamo. Dal dischetto il numero uno Guadagno respinge la prima conclusione di “DM7” ma sulla palla si avventa ancora Melise che pareggia i conti. Gino Monaco perde Beneduce, infortunatosi nell’episodio del rigore. Il pari però non dura molto: Miele, al 6’, parte dalla sinistra, si accentra e batte Curci trovando l’angolino alla destra del portiere. Raffaele Cuomo prova a riportare in parità il match, ma Cennamo si oppone. La Virtus Libera attacca cercando il gol del due pari, mentre il Guadagno Pack prova a sfruttare gli spazi ad esso concessi giocando in ripartenza. Quella non concretizzata da Miele e Coppola, col primo che non riesce a servire il secondo solo davanti a Curci, è decisamente invitante. Nel Guadagno viene espulso Galluccio, già ammonito, per l’intervento su Grimaldi, che gli costa il doppio giallo. La Virtus attacca, ma ancora una volta è Cennamo a spegnere i bollenti spiriti degli isolani, opponendosi a Rossi. Il dieci Libera, subito dopo, si rende ancora pericoloso, ma prima non trova lo specchio della porta da posizione invitante, poi inciampa sul più bello quando c’era da concretizzare una invitante ripartenza. La squadra di Gino Monaco attacca a testa bassa, ma Cennamo, in giornata di grazia, respinge ogni cosa arrivi dalle sue parti. Il Guadagno, però, ha esaurito il bonus e quando Curci viene messo giù da un giocatore di Panico, i direttori di gara non possono fare altro che concedere il tiro libero: Rossi, dalla lunetta, non sbaglia. A quattro minuti dalla fine si torna in perfetta parità. E non finisce qua: perché il finale di gara è di quelli emozionanti. La Virtus Libera Forio beneficia di un altro tiro libero, ma stavolta Cennamo (che in uscita arriva ben oltre quanto consentito) respinge la conclusione di Rossi. A 30’ dalla fine si materializza la doccia gelata per gli isolani: Miele, tra i migliori del match, batte Curci regalando la qualificazione al Guadagno Pack.

 

VIRTUS LIBERA FORIO – FUTSAL GUADAGNO PACK 2 – 3

Virtus Libera: Curci, Migliaccio, Coppa, Polito, Morgera, Melise 1, Beneduce, Grimaldi, Rossi 1, Cuomo, De Nicola, Soares Ortega. All. Monaco

Guadagno Pack: Cennamo, Balsamo, Mazzarella, Frallicciardi, Piccolo 1, Illiano, Miele 2, Falco, Coppola, Avella, Galluccio, Cucarano. All. Panico

Arbitri: Sig.ri Francesco Cardone di Agropoli e Aniello Maione di Ercolano

Note. Nella ripresa espulso Galluccio per doppio giallo. Ammoniti Cennamo, Galluccio, Rossi

Have your say