Teleischia
Sport

ETA’ MEDIA: IL COMPORTAMENTO DELLE SOCIETA’

Nell’analisi dei numeri e nella presentazione, rischiamo di essere monotoni. Siamo infatti arrivati al punto che ogni domenica cambiano le scelte e le impostazioni sulla strategia dell’età media e del minutaggio. E siccome le società si guardano bene dal diffondere le loro intenzioni e, se pure lo fanno in anteprima, poi sul campo magari succede di tutto, per non essere noi ripetitivi, lasciamo ai lettori l’onere di interpretare i dati di ogni singola squadra, continuando ad approfondire di volta in volta diverse situazioni. Ci preme solo aggiungere che ogni domenica, da qui alla fine, in seconda più che in prima divisione, si lotterà all’ultimo respiro su ogni campo. E come sempre ci auguriamo che sia sempre il terreno verde, con i giovani o con gli anziani, a sancire il verdetto inappellabile. Nel frattempo la consueta tabella settimanale che comprende l’età media di domenica scorsa, quindi il numero degli under impiegati ed il coefficiente minutaggio sempre per l’ultima gara, Quindi il numero complessivo delle presenze di giovani in età di minutaggio (dal ’91 in poi) registrate dall’inizio della stagione con il coefficiente minutaggio complessivo. Infine l’età media complessiva (in grassetto) e quella della gara di andata.SECONDA DIVISIONE GIRONE B Impegnati questa settimana 72 giovani (stesso numero della scorsa domenica), età media complessiva (su 10 titolari) 24,24, rispetto al 24,17 del turno precedente. 21,80 – POGGIBONSI ( 7 – 5,168) (169 – 129,532) (21,42 / 21,40) 22,30 – MELFI ( 8 – 5,322) (155 – 106,604) (22,16 / 21,30) 22,40 – TERAMO ( 7 – 5,544) (122 – 92,838) (23,11 / 22,60) 22,70 – TUTTOCUOIO ( 4 – 3,352) (117 – 105,348) (22,63 / 22,30) 23,00 – GAVORRANO ( 6 – 5,588) (144 – 111,156) (22,04 / 22,20) 23,40 – MARTINA ( 4 – 2,948) ( 103 – 78,668) (23,27 / 23,80) 23,50 – CHIETI ( 3 – 2,018) ( 62 – 48,990) (23,42 / 23,60) 23,70 – AVERSA ( 4 – 2,948) ( 89 – 80,820) (23,28 / 23,20) 23,70 – APRILIA ( 3 – 2,018) ( 88 – 68,048) (22,78 / 22,40) 24,00 – MESSINA ( 6 – 4,808) ( 101 – 79,116) (24,13 / 24,30) 24,00 – VIGOR LAMEZIA ( 3 – 2,402) ( 73 – 51,560) (23,18 / 24,00) 24,10 – ARZANESE ( 5 – 3,696) (105 – 77,662) (23,55 / 22,80) 24,20 – ISCHIA ( 4 – 3,922) ( 72 – 67,710) (25,27 / 25,50) 25,40 – SORRENTO ( 3 – 2,600) ( 80 – 72,984) (23,67 / 24,40) 25,60 – COSENZA ( 2 – 1,472) ( 43 – 29,178) (25,51 / 26,80) 26,70 – FOGGIA ( 1 – 1,128) ( 29 – 22,200) (26,33 / 25,90) 27,90 – CASERTANA ( 1 – 1,128) ( 3 – 2,992) (28,32 / 28,50) 27,90 – CASTEL RIGONE ( 1 – 1,128) ( 26 – 24,604) (27,87 / 29,30) Nel girone B analizziamo oggi il cammino di Aversa e Foggia: campani con il minutaggio nelle corde societarie, pugliesi che hanno – secondo i numeri crudi – cambiato strategia dopo appena le prime due gare di campionato: da quattro under iniziali subito ad uno ed età media che sale di botto senza mai più scendere. Nel dettaglio, l’Aversa Normanna impiega complessivamente 11 under ai quali fa totalizzare 89 presenze e raggiunge oggi un coefficiente minutaggio di 80,820 che vale la sesta posizione nella nostra speciale graduatoria, mentre l’età media complessiva (23,28) vale attualmente la nona posizione. Guida la classifica delle presenze, avendo deciso l’Aversa di mettere tra i pali un under, il portiere Bernardino D’Agostino, classe 1993, in campo dal primo minuto in tutte le venti gare di campionato fin qui giocate. Dietro, con 17 gettoni, il difensore Vittorio Nocerino (1992) e con 13 il l’altro difensore Dario Balzano (anche lui classe ’92). Più staccati – con nove partite – il difensore esterno classe ’94 Luigi Badji Djibo ed il centrocampista classe ’92 Vincenzo Gatto. Con sette gare troviamo quindi il centrocampista Roberto De Rosa (classe 1994), mentre a quota cinque si colloca il centrocampista Luigi Del Prete (uno dei pochi diciassettenni che hanno trovato spazio in questo girone). Subito dopo, ancora tre gare per l’attaccante Alfredo Varsi (classe 1995) e per il difensore classe ’91 Mattia Gennari. Chiudono poi il centrocampista classe ‘93 Michele Villanova (due gare) ed una partita per l’altro ‘96 il centrocampista Giovanni Romano (e qui l’Aversa può dire forte di essere stata finora l’unica squadra ad aver fatto giocare due diciassettenni). Non una costanza precisa nello score dell’impiego domenicale degli under in casa Aversa: si parte da un minimo di tre (della quarta e quinta giornata) e si arriva ad un massimo di sette (alla sedicesima giornata). Da notare che nelle ultime tre giornate sono stati sempre quattro i giovani schierati. Diametralmente opposto invece il comportamento del Foggia: età media di 26,33, la terza più alta dopo Casertana e Castel Rigone; coefficiente minutaggio 22,200, il secondo più basso dopo solo la Casertana. I rossoneri del Foggia hanno infatti schierato solo 29 volte un under nella formazione iniziale, con cinque giocatori che si dividono questo misero bottino. La parte principe per il difensore Giuseppe Loiacono (classe 1991) in campo quindici volte. Staccatissimi con cinque presenze il 93 (ed attaccante) Savino Leonetti e con quattro il portiere 1993 Gianluca Micale. Chiudono due classe 94 : il centrocampista Giuseppe Sicurella ed il difensore Francesco Savarise. Il Foggia – come Casertana e Cosenza – ha abbandonato la pista minutaggio-età media per seguire la strada della promozione. Ed i risultati sembrano, per il momento, dare ragione a questa scelta.

notizia ripresa da “tutto lega pro”

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. RIDOTTA LA SQUALIFICA PER IL DS LUBRANO, PIENAMENTE OPERATIVO DAL 1 GENNAIO 2023

Redazione-

ECCELLENZA. AL DON LUIGI DI IORIO IL REAL FORIO BATTE 1-0 IL VILLA LITERNO GRAZIE AL GOL DI DELGADO.

Redazione-

REAL FORIO. SIRABELLA: “CONTENTO PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL’OBIETTIVO PREFISSATO”

Redazione

REAL FORIO. IERVOLINO: “DEDICHIAMO LA VITTORIA ALLE PERSONE COLPITE DALL’ALLUVIONE”

Redazione

PALLANUOTO. A PESCARA PRIMA VITTORIA DELL’ISCHIA MARINE IN A2: 10-9 IL FINALE

Redazione-