Teleischia
Sport

IL DERBY VA AL PROCIDA, MA QUANTE POLEMICHE!

(nella foto Lorenzo Costagliola, autore del gol dello 0-1)

FLORIGIUM 0 – 2 ISOLA DI PROCIDA

FLORIGIUM : Capodanno 6, Anelli 5, Accurso 6,5, De Simone 5,5, Del Franco 5,5 (6′ s.t. Costa 5,5), Iannotti 6, Matarese 6, Moggio 6 (16′ s.t. Liccardo 5,5), Capuozzo 4,5, Chiaiese 6, Capuano 5,5 (38′ s.t. Riccio s.v.). (In panchina Vede, Di Gennaro, Castagliuolo, Grimaldi) All. Matrone (squalificato Buonocore) 5,5

ISOLA DI PROCIDA : Bardet 6, Lubrano P. 6,5, Liccardo 6, Siciliano 6, Autiero C. 6, Pellini 6, Costagliola L. 6,5, Foti 6,5, Petricciuolo 6 (30′ s.t. Cibelli 6,5), Costagliola A. 6 (42′ s.t. Autiero P. s.v.), Quaranta 6 (33′ s.t. Borrelli s.v.). (In panchina Scotto di Marrazzo, Lubrano M., Visaggio, Gagliardi) All. Cibelli 6,5

ARBITRO : Perrelli di Caserta 6 (ass. Granato e Mazzuoccolo di Nola)

RETI : 31′ p.t. Costagliola L., 36′ s.t. Cibelli

NOTE : calci d’angolo 2-1 per il Procida. Ammoniti Chiaiese, Moggio, Iannotti, De Simone (F), Liccardo (P). Espulsi al 20′ del s.t. Anelli (F) per proteste e al 28′ del s.t. Capuozzo (F) per scorrettezza a gioco fermo ai danni di Bardet. Durata p.t. 46′, durata s.t. 49′. Spettatori 200 circa.

Se lo aggiudica il Procida il derby delle isole della quarta giornata di ritorno del campionato di Eccellenza. In una gara ricca di polemiche, durante ma soprattutto alla fine dei novanta minuti di gioco, i biancorossi con un gol per tempo ottengono la prima vittoria di questo 2014 e lo fanno per di più con due reti siglate da due procidani doc. Il finale di gara però è ricco di polemiche e di proteste soprattutto dalla parte del Forio : i biancoverdi non hanno digerito l’arbitraggio del signor Perrelli di Caserta e nel finale, soprattutto i tifosi foriani, si sono scagliati duramente contro la terna ed anche contro dirigenti e calciatori del Procida. La gara non è stato di certo spettacolare e alla fine ha vinto la squadra che è riuscita a trasformare le uniche due occasioni create nell’arco dei novanta minuti di gioco. Importanti assenze per il Forio con mister Buonocore che non può contare sulle prestazioni degli squalificati Di Spigna e Saurino. Neanche lo stesso tecnico può andare in panchina nè scendere in campo essendo stato fermato dal giudice sportivo fino al 2 febbraio. In porta non c’è D’Ambrosio, sostituito dal procidano Francesco Capodanno che vive quindi un derby nel derby. A sorpresa viene schierato Moggio in posizione di centrocampista centrale al fianco di Iannotti con Matarese e Capuano esterni. In difesa Anelli va a ricoprire il ruolo di terzino destro, con Accurso a sinistra e Del Franco e De Simone centrali. Il neoacquisto Capuozzo viene subito schierato da titolare al centro dell’attacco con Chiaiese alle sue spalle ma l’esordio dell’ex Cicciano non è di certo positivo. Meno problematica a situazione sul fronte Procida, Cibelli deve rinunciare all’infortunato Muro ma perde all’ultimo, per influenza, il capitano Massimo Malgieri. Il tecnico biancorosso rinuncia al centravanti Borrelli e si presenta all’appuntamento con un 4-2-3-1 dove la fantasia dei fratelli Costagliola e di Quaranta viene messa al servizio del terminale offensivo Petricciuolo. Foti e Siciliano agiscono davanti alla difesa formata da Lubrano, Pellini, Autiero e Liccardo. Prime fasi di gioco molto equilibrate, un pò una costante dei derby tra Forio e Procida che si presentano sempre molto tattici nelle battute iniziali. Il vento condiziona molto l’azione e nel primo tempo tira a sfavore del Procida. L’equilibrio si viene a spezzare al 31′ : grandissima sciabolata di Foti a premiare l’inserimento centrale di Lorenzo Costagliola, l’attaccante isolano aggancia con il destro ed è freddo nel battere Capodanno con un bel piatto destro. Procida in vantaggio con il suo capocannoniere e gara che cambia volto. Il Forio prova una reazione, trascinata più dall’orgoglio che da una vera e propria organizzazione di gioco, ed al 43′ accade l’episodio che scatena l’ira dei tifosi biancoverdi : Autiero sbaglia l’intervento, Chiaiese lancia Capuozzo a rete ma l’attaccante foriano viene toccato da dietro da Liccardo e cade a terra. Il rigore sembra esserci ma il direttore di gara Perrelli di Caserta fa segno di proseguire. L’episodio del rigore non concesso a Capuozzo scatena così l’ira dei tifosi biancoverdi che si assiepano nei pressi della zona antistante gli spogliatoi. Ciò impedisce alla terna ed alla squadra del Procida di far rientro nello spogliatoio durante l’intervallo e tale protesta aumenterà di vigore anche nella ripresa e a fine gara. Nella ripresa il Forio entra in campo voglioso di riscatto ma la rabbia dei biancoverdi non viene tramutata in azioni da gol. Al 20′ l’arbitro fischia un fallo a Chiaiese poco davanti l’area di rigore del Procida e poco dopo espelle Anelli, colpevole di averlo offeso proprio in questa occasione. Il Forio resta in dieci e due minuti dopo il Procida sfiora il raddoppio con una clamorosa occasione : Quaranta entra in area e calcia di sinistro, Capodanno respinge la conclusione e Petricciuolo si fionda sulla palla mandandola clamorosamente alta a porta vuota. Incredibile occasione per l’attaccante classe ’95 del Procida che ha fallito il gol del 2-0. Al 29′ Bardet esce dalla propria porta ad anticipare Capuozzo e, nel cadere, l’attaccante foriano colpisce l’ex portiere del Procida con un cazzotto. Evidente la scorrettezza dell’esperto centravanti che viene prontamente buttato fuori dall’arbitro lasciando il Forio addirittura in nove uomini. Al 36′ il Procida chiude la partita : Paolo Lubrano lancia Giò Cibelli in campo aperto, il diciassettenne attaccante biancorosso si presenta davanti a Capodanno e lo scavalca con un delizioso pallonetto. Raddoppio del Procida con il classe ’96 Cibelli che chiude così la partita. Le fasi di gioco finali non riservano nulla e a prendere la scena sono le forti proteste del pubblico foriano. Nel finale concitato di gara sono forti le grida di rabbia dei tifosi biancoverdi che si scagliano contro la terna arbitrale ma anche contro il tecnico del Procida Cibelli e contro la dirigenza biancorossa.

MARIO LUBRANO LAVADERA

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. ZIGARELLI: “NEL PROSSIMO CAMPIONATO SI TORNA AI DUE GIRONI, 2003 E 2004 GLI UNDER”

Redazione

GIANNI SASSO CONVOCATO IN NAZIONALE, GIOCHERA’ IL 6 NAZIONI DI VARSAVIA

Redazione-

SISTEMI DI RILEVAMENTO DELL’INQUINAMENTO MARINO DA PLASTICHE E SUCCESSIVO RECUPERO-RICICLO

Redazione-

ISCHIA. MURALE DI JORIT, INSULTI RAZZISTI, LA COMUNITÀ ISOLANA SI INDIGNA (SERVIZIO TV)

Redazione-

FORIO. A GIOVANNI FIORE E LIDIA PRINCIPE L’UNDICESIMA EDIZIONE DELL’ISCHIA SUNSET TRIATHLON

Redazione