Teleischia
Attualità Editoriali News

21 AGOSTO 2017-21 AGOSTO 2021. QUATTRO ANNI DI CHIACCHIERE… A QUANDO I FATTI?

21 agosto 2017, ore 20.57: pochi, interminabili, maledetti secondi hanno cambiato la vita a migliaia di persone, piccoli e grandi, e hanno strappato la vita a due donne, Marilena e Lina, che si trovavano nel posto sbagliato al momento sbagliato. Tanta gente soprattutto della zona del Maio, della Sentinella, del Fango, costretta da allora ad una moderna e forzata “diaspora”, che li ha portati a distribuirsi tra alberghi e case prese in fitto, e la disponibilità di familiari che li stanno ospitando, su tutto il territorio dell’isola. Pochi gli irriducibili che non hanno voluto lasciare il fronte, rimasti a sorvegliare le macerie, inerti sentinelle, aspettando che lo stato arrivasse con le soluzioni, per far rinascere la vita. Da quella tragica sera nella zona della distruzione c’è ora solo tristezza e silenzio.

Lo stato si è visto, in questi due anni, così come la chiesa: dal presidente Mattarella in poi, in tanti hanno visitato, sfilato, stretto mano, ascoltato appelli e grida di dolore, benedetto e provato a consolare.

Visite  a caldo o in prossimità di campagna elettorali, regionali e comunali. Visite e promesse fatte a persone che, nella disperazione, desideravano ascoltare per continuare a credere nel futuro. Ma i fatti, dopo le parole, per rendere in futuro migliore non si sono ancora visti.

Nel frattempo, il resto dell’isola ha provato a cambiare pagina, a dimenticare, a circoscrivere il fenomeno, stretto nel perimetro della tristemente nota zona rossa.

E i terremotati, dovunque sistemati, anelano ancora ad una sistemazione certa e duratura; i più aspirano ad un ritorno a casa loro. Ma sanno tutti in cuor loro che tutto non potrà tornare come prima. Anche se tutto non può essere lasciato come è ora. Questa la situazione nel triangolo tra Casamicciola, la più danneggiata, Lacco Ameno e Forio, colpita violentemente seppur di striscio.

Ed a quattro anni dal sisma, nonostante le tante, troppe promesse, di fatti concreti, nella zona del terremoto, non se ne sono ancora visti.

POTREBBE INTERESSARTI

COPPA ITALIA ECCELLENZA. SAN MARZANO CAMPIONE, ACERRANA SCONFITTA! L’ISOLA SORRIDE CON CASTAGNA E ARMENO

Redazione-

UNIVERSITA’ VANVITELLI, ESONERO DAI CONTRIBUTI D’ISCRIZIONE PER GLI STUDENTI DI CASAMICCIOLA

Redazione-

QATARGATE. COZZOLINO: “SONO ESTRANEO AI FATTI. MI DIFENDERO'”

Redazione-

QATARGATE. IL PARLAMENTO EUROPEO REVOCA L’IMMUNITA’ ALL’ON.COZZOLINO

Redazione-

IL PRESIDENTE VINCENZO DE LUCA HA INCONTRATO I VERTICI SORESA

Redazione-