Attualità

VIOLENZA SESSUALE SU MINORE A BARANO. CONDANNA A 6 ANNI PER IL 20ENNE CLAUDIU BALIKA

Il GUP del tribunale di Napoli, dr.ssa Anna Imparato, all’esito del giudizio celebratosi ieri nelle forme del rito abbreviato, ha condannato a sei anni di reclusione Claudiu Balika, rumeno di 20 anni, imputato di violenza sessuale e tentata violenza privata commessa in danno di una ragazza ischitana minorenne.

Balika, che è detenuto nel carcere di Poggioreale da nove mesi, era stato arrestato in flagranza di reato nel settembre dello scorso anno dai carabinieri di Barano che, dopo una rapidissima ed accurata indagine, lo avevano individuato come uno dei due autori (l’altro è minorenne ed è attualmente a giudizio davanti al tribunale per i minori di Napoli) del tentativo di stupro posto in essere il 21 settembre 2020 alla via Pendio del Gelso, allorquando entrambi avevano seguito una ragazza che saliva le scale ed approfittando della strada semioscura avevano tentato di violentarla, bloccandola ed iniziando a palpeggiarla, non riuscendo a portare a termine lo stupro per la pronta e decisa reazione della vittima che sferrandogli un calcio si era divincolata dall’aggressore che la cingeva alle spalle ed era riuscita a scappare.

Il GUP ha accolto in pieno la richiesta di condanna formulata dal PM di udienza, ed anche quelle della minore ischitana, costituitasi parte civile con il patrocinio degli avvocati Antonio e Mitty De Girolamo, condannando l’imputato anche al risarcimento dei danni nei confronti della ragazza ed al pagamento delle spese processuali.

Il difensore di Balika, l’avvocato Luciano Fabozzi, con un’appassionata arringa ha tentato in tutti i modi di scardinare le granitiche prove raccolte dai carabinieri di Barano che però hanno convinto appieno il giudice che ha inflitto all’imputato una severa condanna.

Have your say