Attualità

DEMOLIZIONI. A ROMA I MANIFESTANTI PER CHIEDERE L’APPROVAZIONE DELL’EMENDAMENTO CHE FERMA LE RUSPE

Si è svolta stamani a Roma un’altra manifestazione per la difesa del diritto alla casa contro gli abbattimenti delle case di prima necessità

Nutrita la delegazione campana ed isolana.

I manifestanti sono stati ricevuti da onorevoli del PD e di Fratelli d’Italia, dai quali è pervenuta l’assicurazione che l’emendamento predisposto dall’avvocato molinaro dovrebbe essere inserito nel decreto Sostegni bis e discusso tra una decina di giorni.

In coerenza con quanto già stabilito in materia di sfratti – recita l’emendamento in questione – sono temporaneamente sospese, sino alla cessazione della pandemia le demolizioni giudiziali ed amministrative

delle case abitate da persone sprovviste di alloggio alternativo.

La sospensione non opera per gli immobili per i quali sia stata accertata una situazione di pericolo per la pubblica e provata incolumità”.

Il Capo dell’Ufficio Legislativo ha comunicato all’avvocato Molinaro che a breve sarà consegnata al presidente Draghi in persona la petizione con le migliaia di firme raccolte a sostegno dell’emendamento che, se accolto, risolverebbe il problema delle demolizioni per un tempo sufficientemente lungo.
Infatti, la cessazione della emergenza pandemica può essere dichiarata solo dalla Organizzazione Mondiale della Sanità.

Have your say