Attualità

DIMISSIONI A SERRARA FONTANA. CARUSO: “E’ IL TRISTE EPILOGO DI CESARE MATTERA”

Immediata la reazione di Rosario Caruso che ha appreso, in una conversazione su facebook con Daniele Trofa, di quanto era avvenuto.
In un lungo post dal suo profilo personale, Caruso si scaglia soprattutto contro Cesare Mattera:
“Grazie al cane sciolto Daniele Trofa sono venuto a conoscenza che mentre io scrivevo il post lui e la signora Palma Iacono depositavano al Comune le firme per la richiesta dello scioglimento del Consiglio Comunale.
Tutto ciò che ho elencato almeno fino ad ottobre sarà sospeso… provate ad immaginare quali e quanti danni hanno cagionato a Serrara Fontana.
Vi invito alle ore 12 ad unirvi a noi in un lungo applauso, in piedi, un applauso a sette signori
Umberto Di Iorio
Roberto Iacono
Palma Iacono
Aniello Mattera
Di Meglio Emilio Giuseppe
Daniele Trofa
IL più grande applauso, il più grande ringraziamento riservatelo al sig. CESARE Mattera
Lui che ha sempre gridato “criminali” a chi ha fatto in passato, anche sulla nostra Isola, atti del genere.
Lui che anche sui giornali ha dichiarato qualche settimana fa che mai e poi mai avrebbe permesso la venuta del Commissario.
Lui che ha dichiarato e dichiara di aver sempre fatto e di voler fare fino alla fine gli interessi del popolo.
Lui è oggi uscito semplicemente allo scoperto.
Cari concittadini il velo bianco è caduto dalla testa di Cesare Mattera.
Cari concittadini questa è il triste epilogo di Cesare Mattera, oggi per non avere l’umiltà, quella che da solo si attribuisce da decenni, di ammettere i suoi errori gravi e avremo modo, a questo punto, di elencarli uno ad uno, ha scelto la strada più facile.
Per me non è un capolinea.. Io cammino a testa alta.
Le motivazioni le volete sapere?
Non hanno posto fine ad un regime camorristico ma erano disturbati da ciò che stavamo facendo ossia opere, iniziative e progetti per la nostra Serrara Fontana.
Iniziative e proposte a protocollo non ce ne sono.
Ci sono, da qualche ora, 7 firme.
Ho creduto e credo in Serrara Fontana.
Mi auguro che la gente sappia reagire con il dovuto sdegno.
Mi auguro che i concittadini alzino la testa e giorno per giorno chiedano a loro conto di tutto ciò che da oggi non si farà.
Sono orgoglioso e fiero.
Ho rinunciato a fare il vicesindaco di Cesare Mattera e ho scelto la strada più difficile, oggi ho avuto la conferma che ho fatto benissimo.
Oggi sono ancora più fiero”.

Have your say