Teleischia
Sport

COL CHIETI: TRE GOAL SENZA APPELLO PER L’ISCHIA.

E’ un’Ischia che il tifoso non s’aspetta. Dopo la vittoria col Gavorrano, la gara col Chieti sembrava fatta a misura per consentire ai gialloblu un allungo nella zona che conta. Ed invece non solo c’è stato il brutto stop ma c’è stato sopratutto un brutto risveglio. Sono tornate a riprsentarsi le paure spesso emerse in questo campionato fatto più di ombre che di luci. Per tutta la gara l’Ischia non ha mai creato una sola palla goal nitida. E l’unico tiro in porta è stato fatto da Longo, non per bravura sua. ma perchè tutti i senatori, tutti i big della domenica, in quest’occasione si sono tirati fuori dai giochi. Il suo tiro è stato scagliato dagli 11 metri esatti, da un calcio di rigore come avrete ben capito, che nessuno ha voluto tirare. Il giovane e forte barese, classe 94, in quel momento il pi giovane in campo si è preso il pallone ed è andato a battere: il suo tiro forte ed angolato sembrava ben fatto. Ma sulla sua traiettoria ha trovato Robertiello, che di piccolo ha solo il nome, ma come ci ha poi dichiarato mister De Patre, sui rigori è un grande. Il pallone destinato in porta è stato fermato dalla manona destra del portiere che si è allungato a terra fino all’angolo della porta. Peccato. Poteva essere l’uno ad uno era il 58′. A proposito il rigore era stato fischiato per un fallo prrprio su Longo con la conseguente ammonizione per Daleno (espulso perchè già ammonito). Poco prima, al 50′, era andato in goal Guidone, su un passaggio rasoterra di 40 metri che ha trovato un buco tra i due centrali difensivi ed l’uscita in ritardo di Pane. Il centravanti ha calciato dal limite centrando l’angolo col portiere che non ha accennato neanche la parata. Nel primo tempo le due squadre si erano affrontate senza mai tirare in porta: il Chieti era parso leggermente pi padrone del campo. Dopo da segnalare il raddoppio del Chieti. Fallo dubbio fischiato sulla tre quarti: cross al centro e nonostante i neroversi fossero con un nuomo in meno uno di loro era libero per colpire e segnare di testa: ancora Guidone. Siamo al 63′ ed il pubblico inizia a sfollare. Al 69′ il terzo goal: ancora un fallo su Guidone con due calciatori dell’Ischia fermi a protestare mentre Guidone non si rialza. Sorprende tutti battendo la punizione Giorgino che mette Berardino davanti a Pane per il terzi goal. Dopo l’Ischia che cerca di attaccare ma è il Chieti che sfiora il quarto goal più volte con Guidone e Berardino. Una giornata da dimentica per i tifosi… una giornata da ricordare bene per i calciatori, l’llenatore e la società per evitare in futuro queste clamorose brutte figure.

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. L’ISCHIA VINCE CON LA MADDALONESE 4-1 NEL RICORDO DELLE VITTIME DELL’ALLUVIONE

Redazione-

MADDALONESE. BOVIENZO: “VITTORIA MERITATA MA PUNTEGGIO TROPPO LARGO”

Redazione-

ISCHIA CALCIO. IMPAGLIAZZO: “ABBIAMO DOMINATO L’INCONTRO”

Redazione-

ATLETICO CALCIO. DE MICHELE: “ABBIAMO FATTO UNA GRANDISSIMA PARTITA”

Redazione-

REAL FORIO. IERVOLINO: “ABBIAMO PAGATO MOLTO LE ASSENZE”

Redazione-