Teleischia
Attualità News

ISCHIA. TRASPORTI E SCUOLE: LE FAVOLE DELL’EAV, E I COMUNI ABBOCCANO…

TRASPORTI E SCUOLE: LE FAVOLE DELL’EAV, E I COMUNI ABBOCCANO…

Quattro nuovi bus: con questo espediente, l’EAV immagina di arginare il problema legato alla mobilità sui mezzi pubblici sull’isola d’Ischia in questa fase del coronavirus…

L’ing.Vignola ha promesso ai sindaci, in collegamento video, questa soluzione immediata, ed ai rappresentanti dei comuni non è parso vero…

Solo che la situazione non è così semplice così come prospettata: innanzitutto, il dirigente del settore gomma dell’azienda di trasporto regionale, non può ignorare che il 31 ottobre scadono i contratti per i lavoratori stagionali, il che significherà di fatto una riduzione delle corse, con l’applicazione del solito orario invernale. Accanto a ciò bisogna di certo considerare il gran numero di pensionamenti che ci sono stati nel corso di quest’anno. Dunque, se tanto mi da tanto, i 4 bus nuovi chi li guiderà? Forse, l’azienda di trasporto è già d’accordo con i comuni per chiedere a qualche azienda privata di intervenire con le 4 unità annunciate, comprese di autista ovviamente…

Al di là delle favole, il problema è serio: innanzitutto, ai tavoli di concertazione tra azienda e comuni, manca come al solito il protagonista principale, cioè la scuola.

Ora, se dal 3 novembre gli istituti superiori dell’isola dovranno rimodulare gli orari di ingresso e di uscita, spalmandoli dopo le 9 del mattino ed anche nel pomeriggio, sarebbe il caso che i presidi facessero giungere ai comuni, in tempi rapidi, questi nuovi piani, comunicando così il numero di alunni in giro per l’isola, divisi per comuni di residenza. Così, si potrebbero istituire delle corse scolastiche dedicate, riservate esclusivamente agli alunni, predisponendo semmai a bordo di ciascun mezzo il personale di controllo che possa verificare l’appartenenza agli istituti scolastici, semmai verificando gli appositi abbonamenti scolastici annuali emessi. Troppo complicato? Veramente, questo dovrebbe essere un sistema da adottarsi ogni anno, semmai a settembre, ad ogni inizio di anno scolastico, anche in epoche normali e non di emergenza.

A proposito di emergenza: si è detto che le misure di prevenzione per contenere la diffusione del contagio sono osservate dall’Eav rigorosamente.

Su questa affermazione è utile stendere un velo pietoso, tanto è evidentemente contraria alla realtà dei fatti.

Torniamo all’incremento ed alla diversa modulazione delle corse di bus per evitare assembramenti: non si può non sottolineare l’assenza dei comuni dell’isola, che non hanno assolutamente approfittato delle agevolazioni anche economiche che vengono distribuite da regione e governo. Infatti, per quanto riguarda ulteriori approvvigionamenti di mezzi, alla regione a tutt’oggi dall’isola d’Ischia non è pervenuta alcuna richiesta!

Ed ecco perchè gli incontri da remoto tra eav e sindaci risultano assolutamente inutili e vuoti di contenuti reali.

Proprio perchè gli amministratori locali non solo non hanno contezza del movimento di studenti che girano per l’isola, ma di sicuro non sanno come si svolge il servizio di linea, perchè non sono mai saliti su di un bus…

Sarebbe bello farci un giro, assieme, un giorno o l’altro, per ascoltare anche le perplessità ed i consigli di quelli che quotidianamente guidano e girano l’isola, conoscendo uomini e cose…così come una volta abbiamo già chiesto all’ing.Vignola, ricevendo in realtà un cortese rifiuto…

POTREBBE INTERESSARTI

PROTEZIONE CIVILE. ALLERTA METEO ARANCIONE FINO A LUNEDI’ NOTTE

Redazione-

ISCHIA. IL CHOLITO SIMEONE IN VACANZA SULLA NOSTRA ISOLA

Redazione-

ISCHIA. PERSONAGGI FAMOSI: IL REGISTA BILLIE AUGUST AD ISCHIA PONTE

Redazione-

ISCHIA SI ALLAGA E SI FA QUEL CHE SI PUO’…

Redazione-

ITALIA AL VOTO DALLE 7.00 ALLE 23.00 DI OGGI. ESORDIO PER DUE RIFORME

Redazione-