Teleischia
Attualità News

ISCHIA. ABBATTIMENTO DI UCCELLI DI SPECIE PROTETTE, LE ASSOCIAZIONI VENATORIE SI DISSOCIANO

In riferimento alla notizia apparsa di recente sui media locali, circa il ritrovamento di uccelli abbattuti appartenenti a specie protette, le associazioni venatorie: ANUU, FEDERCACCIA E LIBERA CACCIA operanti sull’isola d’Ischia, si dissociano in modo categorico ed univoco nei confronti di individui che, con il loro atteggiamento irresponsabile, non solo offendono l’intera categoria dei cacciatori ma, in modo ancor più sgradevole ed inopportuno, consentono ad alcune sigle ambientaliste di innescare futili e sterili polemiche nei confronti del mondo venatorio.

Le associazioni venatorie e tutti i loro associati sono da sempre contrarie ad atteggiamenti che non rispettano le leggi.

 Ancor più grave è l’azione criminosa commessa ai danni di specie che  rischiano l’estinzione.

Difatti, cacciare uccelli rapaci (falchi, gheppi, poiane ecc.) è immorale e deplorevole.

Oltre all’ incomparabile bellezza di poter  osservare detti uccelli in volo, è opportuno ricordare che tali specie rivestono un ruolo fondamentale nell’eco- sistema.

 Gli ultimi episodi che hanno evidenziato atti di bracconaggio nei confronti di specie protette, sono da intendersi e da addebitarsi esclusivamente a soggetti che nulla hanno a che vedere con la caccia ed i cacciatori.

A tal proposito è opportuno ricordare l’ultimo episodio di pochi giorni orsono, dove un cacciatore in località Campagnano, notando un piccolo di falco pellegrino in difficoltà, lo ha recuperato e provveduto a consegnarlo ai volontari di una associazione ambientalista per essere inviato al centro recupero rapaci di Napoli per le cure del caso.

Le associazioni venatorie, al fine di impedire e prevenire il verificarsi di tali episodi, si impegnano pubblicamente ad intensificare i controlli nelle zone di caccia, sia con i propri agenti preposti che con la collaborazione di tutti gli associati. Le azioni illecite verranno segnalate ai circoli di appartenenza che provvederanno all’espulsione  dell’associato, nonché alla denuncia alle autorità preposte.

Inoltre, nei casi di reati di particolare gravità (come ad esempio l’abbattimento di specie protette), le associazioni venatorie di cui sopra, si costituiranno parte civile nelle sedi di competenza a tutela dell’immagine e del buon nome della categoria.

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. AD ACERRA IL FORIO STRAPPA IL PAREGGIO ALLO SCADERE: 2-2 IL FINALE

Redazione-

CASAMICCIOLA TERME. CHIUSE SCUOLE, CAMPO SPORTIVO, PINETE ED AREA GIOCHI

Redazione-

PROCIDA. DISAGI PER IL RIENTRO IN TERRAFERMA, SOLO ALLE 13.30 I PRIMI COLLEGAMENTI MARITTIMI

Redazione-

ALLERTA METEO. SCUOLE CHIUSE NEL COMUNE DI ISCHIA

Redazione-

ISCHIA. ELEZIONI, ALLA SEZIONE SEDICI SI STA VOTANDO IL 15 SETTEMBRE 2022

Redazione-