Video

Ischia-Poggibonsi 0-0

ISCHIA 0

POGGIBONSI 0

ISCHIA ISOLAVERDE: Pane, Pedrelli, Tito, Nigro, Mattera, Cascone, Longo, Liccardo (Catinali dall’11′ s.t.), Arcamone (Austoni dal 28′ s.t.), De Francesco (Schetter dal 18′s.t.), Masini. A disp. Mennella, Lubrano, De Giorgi, Armeno. All. Di Napoli (Campilongo squal.)

POGGIBONSI: Anedda, Tafi, Pupeschi, Roveredo, Checchi, De Vitis, Baldassin, Scampini, Ferri Marini (Menegaz dal 47′ s.t.), Pera ( Scardina dal 44′ s.t.). Tessari. A disp. Di Salvia, Braga, Giacomelli, Casucci, Panerai. All. Argilli. (Tosi squal.)

ARBITRO: Martinelli.

NOTE: ammoniti De Francesco, Liccardo e Catinali (I); espulso Roveredo (P) al 43′ p.t. per doppia ammonizione.

ISCHIA – A fine gara, mentre i giocatori toscani festeggiano il punto conquistato, quelli dell’Ischia rispondono con gli applausi ai fischi che, assordanti, piovono giù dalla propria tifoseria. Missione fallita contro il Poggibonsi, non è arrivata la vittoria che un po’ tutti attendevano: la squadra di Campilongo (squalificato e sostituito in panchina da Di Napoli) conclude il girone d’andata con lo stesso risultato con il quale era iniziato (0-0 a Messina). E con un bottino di 22 punti troppo striminzito per le aspettative della piazza, ma anche per quello che i gialloblu hanno fatto vedere in campo nelle prime 17 giornate. Nessuna squadra è stata capace di mettere sotto, sul piano del gioco, la squadra di Campilongo. In tutte le gare, sia al Mazzella sia fuori casa, l’Ischia ha giocato almeno alla pari con qualsiasi avversario. Ma se non butti quasi mai il pallone dentro…

Anche contro il Poggibonsi non sono mancate le occasioni per aggiudicarsi la gara. Tre clamorose, fallite nel primo tempo da Longo e Masini, e nella ripresa dallo stesso argentino. Una sola palla-gol, invece, all’attivo dei toscani, sprecata da Ferri Marini a sei minuti dal termine. Se l’attaccante toscano avesse messo quel pallone alle spalle di Pane, anzichè fuori, sarebbe stata per l’Ischia una beffa clamorosa. Perchè, dopo venti minuti di grande equilibrio, il Poggibonsi si è rintanato nella propria area e, quando è rimasto in dieci per l’espulsione di Roveredo, ha abbandonato quasi del tutto ogni velleità offensiva.

Come spesso accade nel calcio, la superiorità numerica non ha avvantaggiato la squadra gialloblu e inutili sono stati i tentativi di cambiare qualcosa inserendo via via Catinali, Schetter e Austoni al posto rispettivamente di Liccardo, De Francesco e Arcamone, che per la prima volta è stato schierato fin dall’inizio nell’Ischia più giovane della stagione.

Have your say