Attualità

COSTA DIADEMA. PASQUA DA “RECLUSI” A BORDO PER I DUE ISCHITANI DELL’EQUIPAGGIO

Sarà una Pasqua da “reclusi” a bordo della Costa Diadema, la nave da crociera con a bordo persone risultate positive al coronavirus che, dopo diverse peripezie, è riuscita ad ottenere il permesso di attracco nel porto di Piombino.

Tra il personale presente a bordo della nave, due ischitani: il dottor Iacono e l’ufficiale di macchina Mattera.

La situazione degli infettati: i nove “casi critici” sono ricoverati negli ospedali di Grosseto, Siena, Cipro. Circa 300 sani negativi (risultati dal test veloce) sono tornati a casa. Restano a bordo ancora 900 persone, di cui 250 positivi (sempre con il test veloce, e non frutto dei tamponi)

Da alcuni giorni è stato inviato a bordo un medico di supporto. Il dottore Iacono dovrebbe tornare ad Ischia nella settimana dopo Pasqua, intanto resta in attesa di fare il tampone.

invece l’altro ischitano resterà a bordo almeno un altro mese perché indispensabile al minimo funzionamento della nave.

Resterà sulla nave fino allo svuotamento ed alla sanificazione di tutti gli ambienti (almeno un mese ancora)

 

Have your say