Attualità

ISCHIA RISCOPRE IL CALCIO ILLUSTRATO: SABATO 1 FEBBRAIO, EVENTO-CONVEGNO ALL’ANTONIANA

Appuntamento sabato 1 febbraio alle 18:00 con grandi “moviolisti” del passato (che mostreranno i gol più celebri della storia) e Pino Taglialatela.

Come è cambiato il modo di vedere e raccontare lo sport più amato dagli italiani? La tecnologia sempre più pervasiva e la diffusione delle pay-tv hanno profondamente modificato la fruizione del calcio. Che oggi si racconta, riannodando il filo di una memoria ultrasecolare, attraverso le più belle illustrazioni dei moviolisti italiani, gli illustratori chiamati da magazine e quotidiani a rappresentare gol e azioni attraverso il proprio talento e la propria matite, quando – nell’era pre Youtube e Sky – rivedere le azioni su carta stampata aiutava a fissarle con ancora maggiore suggestione nell’immaginario collettivo.

Un evento unico nel panorama nazionale prende forma a Ischia, alla Biblioteca Antoniana, sabato 1 febbraio alle 18.00 (ingresso gratuito): si chiama “Il calcio illustrato. Dalle moviole illustrate alla tecnologia: un racconto lungo un secolo”, la conferenza-mostra che, nell’ambito delle celebrazioni per gli 80 anni della biblioteca, si articolerà in un dibattito moderato dal giornalista Pasquale Raicaldo con due grandi illustratori, Enzo Troiano e Stefano Impedovo, il giornalista sportivo Rai Gianfranco Coppola e l’indimenticato portiere del Napoli, Pino Taglialatela.

«Attraverso un tema trasversale, come lo sviluppo dell’illustrazione a servizio del calcio nella sua evoluzione nel tempo, la biblioteca Antoniana mira ad intercettare specifiche categorie di utenti potenziali. Un lavoro avviato con la rassegna Nuvole sull’isola che ha interessato, non soltanto cultori del fumetto, ma anche tantissimi studenti di grafica, artisti e appassionati. Un progetto quello di nuvole che si è innestato in una serie di incontri in biblioteca con le società sportive dalle quali ho tratto spunto per una evoluzione in questo senso. Dalla condivisione con Enzo Troiano poi si è giunti all’organizzazione di un evento unico nel suo genere». Così la direttrice dell’Antoniana, la dott.ssa Lucia Annicelli.

Have your say