Video

PROCIDA – FOTI : “IL MIO GOL BELLO E PREZIOSO”

“Nell’ottimo pareggio ottenuto dal Procida a Sant’Anastasia c’è lo zampino di Alessio Foti, centrocampista classe ’89 alla seconda stagione sull’isola di Graziella. Una punizione magistrale quella del metronomo biancorosso che è valsa un punto fondamentale per il campionato degli isolani. Un pareggio non solo importantissimo per la classifica ma anche perché permette al Procida di allungare la striscia positiva dando ancor di più autostima ai ragazzi di Cibelli.“Sabato è stata una gara difficilissima – commenta Foti – contro una buona squadra che fa dell’esperienza e della cattiveria agonistica la sua arma principale. Il campo, non proprio all’avanguardia, impedisce un gioco fluido e palla a terra, cosa che ha sempre contraddistinto la nostra squadra. Fortunatamente siamo riusciti a portare a casa un punticino molto prezioso e che sicuramente oltre ad aumentare i punti in classifica, fa morale!” Un punto che quindi fa morale, come detto da Foti, ma gli isolani hanno comunque lasciato sul campo di Sant’Anastasia qualcosina non avendo approcciato all’incontro in modo perfetto. Squadra timorosa che non è riuscita ad imporsi, complice anche le pessime condizioni del campo “De Cicco”. “Ad inizio gara per noi è stata una partita molto accorta senza sbilanciarci – spiega Foti – conoscevamo i nostri avversari e sapevamo in che modo avrebbero preparato la gara. A mio avviso non abbiamo fatto malissimo ma a farne le spese su un campo così è sicuramente il nostro gioco ed i nostri giocatori, per la maggior parte tecnici, trovano qualche difficoltà in più. Abbiamo preso gol su una serie di errori commessi a catena. Per fortuna verso il novantesimo Lorenzo Costagliola si è procurato un fallo da una posizione abbastanza buona e dopo le prime due punizioni che ho battuto verso il centro dell’aria ho pensato di calciarne una verso la porta. L’ho presa molto bene e la palla è partite forte e tesa verso l’incrocio sopra la barriera. Anche l’anno scorso ho fatto un bel gol su punizione ma questo penso sia ancora più bello e prezioso.” Un altro piccolo passo in avanti per il Procida che si vede distanziare ulteriormente dal Quarto e dal Giugliano, riuscendo però contemporaneamente a guadagnare un altro punticino sulle dirette inseguitrici Virtus Volla e San Marco Trotti, uscite sconfitte dall’ultimo turno di campionato. Com’è noto, Luigi Muro ha fatto un altro sforzo per regalare a Cibelli due rinforzi importanti ma Foti precisa che l’obiettivo primario è quello di raggiungere quanto prima la matematica salvezza. “La classifica ora ci sorride e trovarsi lì fa piacere – spiega Foti – il presidente e la società hanno fatto dei sacrifici ulteriori per gli ingaggi di Pietro Pellini e di Luca Borrelli, purtroppo nell’ultima settimana hanno abbandonato il gruppo altri giocatori di ottimo livello come Marco Bottone e Massimo Minauda ai quali faccio un grande in bocca a lupo. La parola playoff è bella da sentire, ma noi ragazzi siamo, e spero rimarremo, con i piedi per terra, continuando con la massima serietà come stiamo facendo. Il nostro obbiettivo è sempre la salvezza, poi qualunque altra cosa ci riserva il futuro lo accoglieremo a braccia aperte.” Sette punti nelle ultime tre gare per i biancorossi che si apprestano ora ad affrontare due dirette concorrenti come Quarto e Giugliano. Soprattutto la prima sfida, quella che chiuderà l’anno solare ed il girone d’andata, avrà tanti motivi extracalcistici in primo piano visto il ritorno sull’isola di due ex importanti Pirone e Gaveglia e dell’under Andrea Fusco. “Sabato, per l’ultima gara del 2013 e del girone d’andata, a Procida verrà il Quarto – dice Foti – squadra esperta e composta anche da tre giocatori che il Procida conosce molto bene, Alessandro Gaveglia, Valentino Pirone, autore di una doppietta in dieci minuti nell’ultima gara, e da Andrea Fusco. Oltre a essere dei bei giocatori, sono dei compagni e amici con i quali l’anno scorso ho affrontato il primo campionato con l’Isola di Procida. Difficile e non poco sarà averli come avversari, ma abbiamo la giusta fiducia in noi stessi, gran voglia e determinazione di terminare questo girone d’andata nel migliori dei modi.” Sarà il big match della quindicesima giornata, una gara attesa e che vedrà lo “Spinetti” forse, dopo tanto tempo, ospitare una gara fondamentale d’alta classifica.

di MARIO LUBRANO LAVADERA

Have your say