Video

REAL FUTSAL CASORIA 2 – 2 FOOTBALL CLUB PROCIDA

REAL FUTSAL CASORIA : Torre, D’Andrea, Cangiano, Muro, Savoia, Uva, Boglione, Piro, Mazzocchi, Schicchitano, Falco, Gallucci

FOOTBALL CLUB PROCIDA : Tramontano, Lesbino, Assante, Sabia, Righi, Florentino, Lubrano F. Lubrano D., Scotto di Carlo, Scotto di Ciccariello, Primario, Battinelli

RETI : 18′ Mazzocchi 40′ Falco 57′ Righi 60′ Scotto di Carlo

Finisce in pareggio uno dei due big match del terzo turno di Serie D di Calcio a 5 tra Real Futsal Casoria e Football Club Procida. Gli isolani, con un’incredibile rimonta nei minuti finale, agguantano un prezioso pari in casa di una delle diretti concorrenti, anche se ha da recriminare per gli errori e per la grande prova di Torre. Primo tempo ordinario: squadre corte, ritmi lenti e poche occasioni da rete. I primi ad andare vicini al goal sono i procidani : l’azione corale dei Papa Boys porta al tiro Lubrano F. che, sbilanciato col corpo, calcia alto sopra la traversa vanificando un ottimo assist di Lesbino. Al18’gli ospiti passano: Battinelli perde palla quasi nell’area avversaria, ma dà il la al contropiede fulmineo dei casoriani che smarcano Mazzocchi sul secondo palo per l’1-0. Gli isolani avrebbero anche la chance di pareggiare subito con Righi, ma Torre è abilissimo a chiudergli lo specchio. Passano pochi minuti ed Emanuele Primario non crede al diagonale di Scotto di Carlo e manca l’appuntamento col pallone sul secondo palo. SI va così al riposo sul punteggio di 1-0 per i padroni di casa. Vantaggio che diventa doppio quando al10’della ripresa Tramontano si fa sfuggire la palla tra le mani e Falco è “rapace” nel siglare il raddoppio. La reazione degli ospiti non si fa attendere: Righi ha tra se e la porta solo un avversario, ma la conclusione del numero 10 isolano viene deviata (con la mano) dal difensore. Il Procida aumenta i giri e va ancora vicino al goal con Scotto di Carlo che di pancia devia un passaggio laterale ma è abilissimo Torre ad agguantare il pallone e togliere così la possibilità al pivot ’95 di ribadirla in rete. A dieci minuti dalla fine Papa chiama un time-out e rivoluziona la squadra con Righi in posizione di Pivot, supportato da Scotto di Carlo, Sabia e Lubrano con difesa uomo contro uomo. In5’Righi subisce tre falli e si va dal dischetto: palla all’incrocio dei pali ed è 2-1. Nel ritornare a centrocampo viene urtato da Torre che viene ammonito per la seconda volta dall’arbitro e dunque lascia i suoi compagni a3. Insuperiorità il Procida fa girare palla sin quando non trova lo spazio giusto: Scotto di Carlo si gira ed è 2-2. Agguantato il pari ad un minuto dalla fine gli isolani si spingono in attacco alla ricerca del 3-2 e rischiano un paio di volte di prenderlo in contropiede. L’occasione d’oro capita sui piedi di Righi in un 2-1 con Scotto di Carlo: il difensore avversario furbescamente ferma Scotto di Carlo prima che potesse prendere il passaggio di Righi preferendo il tiro libero alla sicura marcatura. Dal dischetto Righi si fa fermare da Torre e, sulla respinta del portiere l’arbitro emette il triplice fischio che chiude una bellissima partita.

di MARCO MEZZO

Have your say